Fortitudo, carica Basciano: "Difendiamo il primato"

La Effe di Filippo Mazzoni vuole mantenere il primato in Serie A2. Nicolò Basciano, alla gestione sportiva, analizza la situazione e il mercato. Obiettivo è quello di rinforzare la squadra con due movimenti. Il bilancio è positivo, ma domani arriva Trieste, squadra diversa da quella affrontata all'andata. La Effe spera di regalare una vittoria ai tifosi.

di FILIPPO MAZZONI -
22 dicembre 2023
Fortitudo, carica Basciano: "Difendiamo il primato"
Fortitudo, carica Basciano: "Difendiamo il primato"

Se la squadra vince e il pubblico sogna, in un ambiente sereno e carico, il merito va a una società che sta dando un’impronta decisa e precisa con ruoli ben chiari. Alla gestione della parte sportiva c’è lui, il nuovo giemme Nicolò Basciano. Lucido, con in testa quello che la Effe deve fare per crescere, Basciano analizza la posizione e il mercato.

"Conosciamo bene quella che è la nostra situazione, è già da qualche mese che si parla di mercato. Prima di tutto voglio ringraziare tutti i ragazzi che stanno lavorando con serietà, dedizione e grande attaccamento".

Parliamo di mercato.

"Lo monitoriamo e lo monitoreremo sempre, come deve fare una società del nostro livello, stando sempre ben attenti".

Cosa serve per rinforzare la squadra, play e lungo?

"Dipende da cosa proporrà il mercato. Possiamo fare due movimenti, dovremo stare attenti a tutte quelle che sono le situazioni che possono verificarsi in futuro".

Un bilancio di metà stagione?

"Il campionato è lunghissimo. Adesso il bilancio non può che essere più che positivo. Siamo partiti tardi, la squadra è stata costruita all’ultimo momento, ma siamo stati bravi, sia in fase mercato a valorizzare gli italiani a roster, e a trovare americani che hanno sposato subito il nostro progetto".

Non cambiano gli obiettivi.

"Il nostro è un progetto ambizioso, ma che rimane sempre lo stesso d’inizio stagione, senza pretesa, cercando di continuare il nostro percorso. Orgogliosi del primo posto".

Primato che volete mantenere.

"Sarà dura difenderlo, ma ci proveremo. I ragazzi hanno voglia di dimostrare che quello fatto fin ad oggi è strameritato".

Parlando dei singoli, Ogden sempre più leader?

"Mark ha mostrato grandi qualità cestistiche e umane. Devo dire che non vedo una squadra di singoli, ma tanti protagonisti diversi nei momenti chiave. Tutti danno il loro contributo, senza pensare alle statistiche, mettendo davanti a tutto la squadra".

Collettivo vuol dire anche apporto dalla panchina.

"I ragazzi hanno i loro limiti, ma fanno di tutto in settimana per superarli. Il percorso di crescita è lungo e non abbiamo tanto tempo, però quel che stanno facendo è molto positivo: nessuno salta gli allenamenti, tutti rimangono lì a far sempre qualcosa in più, per migliorare e crescere. Siamo soddisfatti".

Domani arriva Trieste.

"Troviamo una squadra completamente diversa rispetto a quella affrontata all’andata. Ha trovato, fiducia e gioca un basket veloce. Se guardiamo il roster partiamo sfavoriti, ma giochiamo con grande determinazione, specie in casa dove il pubblico ci dà una marcia in più. Siamo a Natale, vorremmo regalare una vittoria ai tifosi".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su