Fortitudo sul 2-0 nella serie: affondata Rieti 75-59

La Effe di coach Attilio Caja ripone in tasca il primo match point delle semifinali di A2

di GIACOMO GELATI -
21 maggio 2024
La Fortitudo allunga la serie e batte Rieti in gara 2 (FotoSchicchi)

La Fortitudo allunga la serie e batte Rieti in gara 2 (FotoSchicchi)

Bologna, 21 maggio 2024 – Fattore campo rispettato e sulle doghe del ‘Madison’ di piazza Azzarita la Effe di coach Attilio Caja affonda Rieti 75-59 riponendo in tasca il primo match point delle semifinali di A2 (tabellone Argento) spostando ora la serie sul campo della Real Sebastiani. Nel mentre sono state diramate dalla Questura di Rieti le misure organizzative in vista di gara-tre, in programma venerdì sera alle 21: 250 biglietti nominativi (che la Fortitudo dovrà preventivamente trasmettere alla Questura) messi a disposizione per i soli tifosi residenti nella provincia di Bologna e che saranno limitati esclusivamente al settore ospiti.  

La cronaca della partita  

La soirée si apre con lo striscione della Fossa dei Leoni ‘Avanti Bologna, avanti Andrea Costa, in Europa da protagoniste’, un tributo alla cavalcata calcistica del Bologna Fc, e col saluto del PalaDozza alle ex bandiere biancoblù Carlton Myers e Gregor Fucka presenti in parterre. Poi la parola passa al campo, col 4-0 di Freeman e la tripla di Aradori in risposta a Nobile e Sarto (7-5): rispetto a domenica la Effe pesca percentuali al tiro migliori e con le triple di Fantinelli e Aradori traccia il +6. Ma è il reparto dei piccoli di Rieti, che allunga la difesa a zona a tutto campo, a rimettere in carreggiata gli ospiti col tandem Sanguinetti-Nobile. Ingresso di Fantinelli, appoggio di Ogden e liberi di Aradori: Bologna spinge in chiusura di quarto e firma il 24-17 alla prima sirena. L’inerzia non subisce mutamenti nei secondi 10’ e col 9-0 di Freeman, Fantinelli e Sergio la forbice si apre sul +16, con Rieti avvilita dalla morsa difensiva dei locali e dal volume del PalaDozza (due time-out ravvicinati per gli ospiti). La squadra di coach Rossi si sblocca dopo 5’ di dormiveglia con Spanghero, ma l’onda d’urto casalinga non lascia che una squadra in campo: Ogden+Morgillo e +17 Fortitudo. Sul finire della frazione Bologna si rilassa e l’uno-due Sarto-Johnson ridimensiona il gap: 40-28 alla sirena. Di rientro dagli spogliatoi lo spartito resta lo stesso, con le torri americane e Aradori a dettare i ritmi offensivi e con Rieti che, fatta eccezione per i blitz di Sarto e Ancellotti, soffre l’agonismo fortitudino su entrambi i fronti (50-35). Caja lascia spazio alle seconde linee per avere più fiato nel rush finale, Johnson rode qualche punto dopo una serata a basso regime e Ogden continua il suo acrobatico monologo da 19 punti (57-43 alla fine del terzo quarto). A questo punto arriva la spallata risolutiva, con la schiacciata di Freeman, il 2+1 di capitan Fantinelli e una forbice che si apre fino al +19 con ancora 6’ sul cronometro. La Effe è in totale controllo, Rieti è proiettata al viaggio di ritorno in vista della sfida di venerdì sera. Ma il rumoreggiare del PalaDozza, e con tutti gli scongiuri del caso, è la presa di coscienza che Bologna è virtualmente a 4 vittorie dalla serie A. Finisce 75-59.  

Il tabellino  

Fortitudo 75 Rieti 59 Flats Service Fortitudo Bologna: Braccio ne, Sergio 3, Aradori 11, Conti 2, Natalini ne, Bolpin, Panni 6, Fantinelli 12, Giuri, Freeman 18, Ogden 19, Morgillo 2. All. Caja. Real Sebastiani Rieti: Sarto 8, Sanguinetti 3, Petrovic 8, Piccin 4, Ancellotti 2, Johnson 9, Raucci 2, Poom, Italiano 7, Nobile 4, Spanghero 11. All. Rossi. Arbitri: Gagliardi, Pazzaglia e Perocco. Note: parziali 24-17; 40-28; 57-43. Tiri da due: Fortitudo 20/28; Rieti 12/27. Tiri da tre: 7/26; 7/30. Tiri liberi: 14/21; 14/19. Rimbalzi: 34; 32.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su