Serie A2: dopo la sconfitta a Cento la Effe è stata raggiunta da Forlì. La Fortitudo ricarica le pile . Ora non deve più sbagliare

Niente è compromesso, ma il team di coach Caja non può rischiare altri passi falsi per la Final Four.

23 gennaio 2024
La Fortitudo ricarica le pile . Ora non deve più sbagliare
La Fortitudo ricarica le pile . Ora non deve più sbagliare

E’ stato un "lunedì del barbiere" amaro per coach Caja e per la Fortitudo. Il ko a Cento complica terribilmente, ma non pregiudica ancora la corsa alla Final Four di Coppa Italia di Roma della formazione biancoblù. La sconfitta della Baltur Arena ha visto infatti Fantinelli e compagni raggiunti in classifica da Forlì e avvicinati a -2 da Udine. Per avere la certezza di conquistarsi uno dei primi due posti in graduatoria, la Fortitudo deve far bottino pieno nelle prossime due sfide con Cividale e in trasferta a Verona. Una sola vittoria potrebbe non bastare, soprattutto in base a quelli che saranno i risultati delle altre due dirette concorrenti che per altro proprio nel prossimo turno si sfideranno. Conti alla mano per staccare il biglietto per la Capitale potrebbe anche bastare un successo alla Effe, sia in caso di successo di Forlì a Udine, ma anche in caso di vittoria dei friulani con i romagnoli solo a determinate condizioni. Nel caso di successo di Udine e di un ipotetico arrivo a tre, serve che i friulani si impongano con uno scarto tale da modificare la classifica avulsa che attualmente recita Udine +14, Forlì -4, Fortitudo -10. In casa biancoblù al momento però non si fanno conti, ma si pensa esclusivamente al prossimo impegno. Chiusa la questione Cento e passata la giornata di riposo, da oggi la squadra volta pagina e torna a lavorare in palestra per affrontare domenica Cividale. La speranza di Caja è quella di avere prima possibile di nuovo tutti i suoi giocatori a disposizione, compreso Pietro Aradori che superati gli accertamenti del caso, potrebbe far ritorno in gruppo. Intanto la sfida di Cento ha lasciato qualche strascico polemico. Mentre il gemellaggio tra le due tifoserie organizzate rimane ben saldo, alla Baltur Arena così come l’anno scorso al PalaDozza, si è vissuto di qualche momento di tensione tra il pubblico di fede biancoblù e biancorossa. A questo si sono aggiunte le rimostranze da parte bolognese per la distribuzione dei posti assegnati alla dirigenza Fortitudo e il battibecco tra Carlos Delfino e alcuni tifosi biancoblù a fine partita.

Filippo Mazzoni

Continua a leggere tutte le notizie di sport su