Una Fortitudo da final four. La vittoria vale doppio

Basket serie A2 Udine ko con Forlì: Aquila sicura di uno dei primi due posti. Squadra sempre in controllo e un attacco che ha ritmo contro Cividale.

di GIACOMO GELATI -
29 gennaio 2024
Una Fortitudo da final four. La vittoria vale doppio
Una Fortitudo da final four. La vittoria vale doppio

FORTITUDO

90

CIVIDALE

77

FLATS SERVICE : Giordano, Galantini ne, Sergio, Aradori 24, Bolpin, 10 Panni 5, Kuznetsov ne, Fantinelli 10, Freeman 25, Ogden 16, Morgillo, Taflaj ne. All. Caja.

GESTECO CIVIDALE: Marangon 1, Redivo 9, Miani 11, Mastellari 5, Rota 6, Furin, Campani 2, Berti 2, Isotta 12, Cole 18, Dell’Agnello 11. All. Pillastrini.

Arbitri: Radaelli, D’Amato e Tarascio.

Note: parziali 29-20; 50-40; 76-55. Tiri da due: Fortitudo Bologna 29/33; Cividale 17/25. Tiri da tre: 6/24; 11/26. Tiri liberi: 14/25; 10/16. Rimbalzi: 27; 24.

Con una posta in gioco così tanto squisita, ovvero preservare il primo posto prescindendo dalle inseguitrici, la Effe supera la lanciatissima Cividale, reduce da 3 vittorie consecutive di prestigio, e mantiene il timone del girone Rosso di A2 con ancora una gara da giocare.

Domenica cala il sipario sulla regular season e Bologna sarà di scena a Verona, gara-clou per assicurarsi il primato. Intanto, però, l’Aquila si è già assicurata la presenza alla final four di Coppa Italia in programma a Roma il 16-17 marzo.

Dopo il consueto ricordo della Fossa dei Leoni allo speaker Lanfranco Malagoli, detto il ‘Lungo’, seguito dal minuto di silenzio per ‘Gigi’ Riva, la Effe lubrifica le rotative difensive e manda in stampa il suo attacco migliore con Ogden, Bolpin, Aradori e Fantinelli (18-7).

Il monologo di Cole però riporta Bologna coi piedi per terra, prima di affidarsi a Freeman per il 29-20 della prima sirena. Il rientro di Redivo dopo un primo quarto carico di falli ridà ritmo alle manovre dei friulani, che tuttavia faticano a contenere le due torri americane Ogden e Freeman (34-29).

La Effe perde smalto offensivo, Cividale tallona, poi l’improvviso guizzo di Ogden e Aradori a ridar fiato a fine primo tempo. E’ il 9-0 di Aradori in avvio di ripresa, +17 e per i gialloblù arriva la prima spallata di Bologna, che si carica di falli frenando l’iniziativa ospite. Con le due squadre in bonus diventa una sessione di tiri liberi per oltre 5’, fino al +21 firmato da Freeman che proietta gli uomini di Caja al prossimo delicatissimo fine settimana: l’ultimo quarto è ordinaria amministrazione e la Fortitudo si tiene stretta il gradino più alto.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su