Verona Fortitudo 73-70: Effe sconfitta all'overtime

La formazione di Ramagli in rimonta. I biancoblù secondi al termine della prima fase

di FILIPPO MAZZONI -
4 febbraio 2024
Mark Ogden, giocatore della Fortitudo
Mark Ogden, giocatore della Fortitudo

Verona, 4 febbraio 2024 – La Fortitudo cade a Verona e chiude al secondo posto la prima parte della stagione. La formazione di Attilio Caja va ko all’overtime sprecando un vantaggio di 15, 46-61 a fine terza frazione di gioco. Prepartita in ricordo di Dylan Rinco tifoso della Scaligera e della Fortitudo recentemente scomparso e poi al primo canestro di Ogden ecco il Teddy Bear Toss con il lancio in campo dei peluche che saranno donati all’Associazione Bimbo Tu di Bologna. Splendida l’atmosfera del Pala Agsm Aim, per il primo tutto esaurito stagionale, aiutato anche dalla presenza di circa 700 tifosi bolognesi.

In campo l’inizio di confronto è equilibrato. Il primo strappo è di Verona con la formazione di Ramagli che infila due triple di fila, con Penna ed Esposito, per il 12-6 che al 5’ costringe Caja a chiedere tempo. La Scaligera allunga toccando la doppia cifra di vantaggio sul 19-9 al 7’, ma il finale di primo quarto e l’inizio del secondo è tutto della Effe. Aradori con 9 punti di filata è implacabile, Panni lo segue con due triple delle sue e dopo aver impattato 23-23 i biancoblù mettono la freccia e allungano sul 25-33 dopo un parziale di 2-19, realizzato anche grazie al canestro di Sergio e alle percussioni da sotto di Freeman al 15’.

Nel finale di quarto Verona prova a riavvicinarsi, ma al cambio campo Flats Service saldamente in vantaggio grazie ad una eccellente difesa e alle percentuali al tiro e nonostante i gialloblù vincano nettamente la battaglia al rimbalzo. Nella ripresa Fortitudo chiude ancor più la difesa non facendo segnare per 4’ Verona e infilando, con un Aradori chirurgico al tiro, un break di 0-9 per il 34-49 del 24’. Effe avanti di 17 sul 38-55, ma Verona, sfruttando la vena offensiva di Murphy, non demorde e risale dal 46-61 infila un parziale di 10-0 per il 56-61 del 35’. La tripla di Aradori sembra dare una svolta definitiva alla sfida, ma Udom e Devoe non ci stanno a 100 secondi dalla fine la Tezenis risale a -1 sul 63-64. Il finale è incandescente. Ogden fa 2 su 2, il bolognese doc Penna recupera palla e infila la tripla del 66-66 a 69” dalla fine, break di 20-5 per i padroni di casa. Nell’ultimo minuto non si segna più, la sfida si decide così al supplementare. All’overtime Verona torna avanti, la Fortitudo non segna più da una vita. Bolpin segna un gol per il 69-68. Murphy però è glaciale per 73-70 e chiude i conti.

Il tabellino

SCALIGERA VERONA 73 FORTITUDO BOLOGNA 70 dopo un tempo supplementare

TEZENIS VERONA: Penna 12, Devoe 14, Udom 9, Esposito 7, Murphy 19; Massone 2, Gazzotti 2, Stefanelli 6, S. Bartoli 2; Mbacke ne, Airhienbuwa ne, Gajic ne. All. Ramagli.

FLATS SERVICE BOLOGNA: Fantinelli 6, Bolpin 8, Aradori 22, Ogden 13, Freeman 8; Conti, Morgillo 2, Panni 6, Sergio 5; Giordano ne, Kuznetsov ne. All. Caja. Arbitri: Salustri, Barbiero e Ugolini. Note: parziali 23-17, 34-40, 50-61, 66-66. Tiri da due: Verona 20/47; Fortitudo 16/31. Tiri da tre: 5/22; 9/31. Tiri liberi: 18/20; 11/18. Rimbalzi: 47; 37.  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su