Nba, Dallas è ancora viva: Boston dominata in gara 4

I Celtic incappano nella terza peggior sconfitta nella storia delle Finals, ma restano comunque avanti 3-1 nella serie

di FRANCESCO BOCCHINI -
15 giugno 2024
Doncic contro Tatum

Doncic contro Tatum

Milano, 15 giugno 2024 - Dallas è ancora viva. Eccome se lo è. I Mavericks dominano Boston in gara 4 delle Nba Finals e accorciano lo svantaggio nel computo totale della serie, adesso sul 3-1 in favore dei Celtics, che avranno la possibilità di chiudere i giochi nella notte italiana fra lunedì e martedì, in occasione del quinto appuntamento in programma al TD Garden, con inizio fissato alle 2:30 (diretta tv su su Sky Sport Uno e Sky Sport Nba). I texani si impongono 122-84, dettando legge fin dall'inizio, grazie in particolare ad un Doncic che fa registrare 29 punti con un plus/minus di +30 nei 32 minuti passati sul parquet (durante i quali tira male però, ossia 12/26). Da segnalare anche i 21 punti di Irving e la doppia doppia da da 11 punti e 12 rimbalzi di Lively II, mentre per la squadra di coach Mazzulla (ancora priva di Porzingis) non si salva davvero nessuno. Tatum segna 15 punti, ma tutti nel primo tempo. 

Il racconto del match

La compagine allenata da coach Kidd mette le cose in chiaro fin dal primo quarto. Doncic e Irving guidano i loro e i Mavericks vanno subito in doppia cifra di vantaggio. Tatum è l'unico che prova a mettere i bastoni fra le ruote ai padroni di casa, che al 12' comandano sul 34-21. Ci si aspetterebbe una reazione da parte dei vincitori della Eastern Conference e invece niente. Doncic continua a imperversare nonostante litighi col tiro da 3 punti e la panchina gli dà una mano. Basti pensare ad Exum, che terminerà la partita con 10 punti. L'attacco dei Celtics fatica tremendamente e nella seconda frazione realizza la miseria di 14 punti, contro i 27 di Dallas, che all'intervallo ha un margine di 26 lunghezze sul 61-35. 

Ai Celtics servirebbe un'altra faccia al rientro in campo, ma il copione non cambia. Irving fa male alla difesa avversaria e Boston sprofonda ulteriormente, fino a toccare il -36 dopo l'affondata di Lively II. Di fatto, a 12 minuti dal termine il match è già concluso, dato che il tabellone luminoso recita 92-60. Sul parquet nell'ultimo periodo vanno le riserve: da una parte e da quell'altra si pensa già a gara 5. Il -38 finale incassato dai Celtics rappresenta la terza peggior sconfitta nella storia delle Nba Finals, dopo il -42 subito dagli Utah Jazz contro i Chicago Bulls nel 1998 e il -39 dei Los Angeles Lakers contro Boston nel 2008.

Leggi anche: Da Abass a Shengelia: Virtus da decifrare . Il budget per la nuova stagione è di 16 milioni

Continua a leggere tutte le notizie di sport su