Nba, Wembanyama da urlo: tripla doppia con 10 stoppate

Si interrompe la striscia vincente di Cleveland, ko per mano di Phila. Gli Splash Brothers trascinano Golden State a Utah, Minnesota ha la meglio sul campo dei Clippers

di FRANCESCO BOCCHINI -
13 febbraio 2024
Wembanyama al tiro
Wembanyama al tiro

Milano, 13 febbraio 2024 - Il big match della notte Nba se lo aggiudica Milwaukee, che manda al tappeto Denver con il risultato di 112-95. Una vera e propria prova di forza quella dei Bucks, trascinati da un Giannis Antetokounmpo da 36 punti e 18 rimbalzi. Il greco viene supportato soprattutto da Lillard (18 punti), mentre dall'altra parte Jokic predica nel deserto. Il serbo chiude con 29 punti, 12 rimbalzi e 8 assist, ma i compagni non sono all'altezza. Basti pensare che Murray mette a referto appena 3 punti e che Porter Jr. tira 3/11 dal campo. Insomma, una partita da dimenticare per i campioni in carica, attualmente quarti a Ovest, mentre la formazione di coach Doc Rivers è terza nella Eastern Conference. Eastern Conference nella quale si registra il colpo di Philadelphia a Cleveland. I 76ers, seppur ancora privi di Embiid, mettono fine alla striscia positiva dei Cavaliers, che erano reduci da nove affermazioni consecutive, imponendosi per 123-121. Ai padroni di casa non bastano i 36 punti di Mitchell e il break di 9-0 nel finale che sembrava il preludio ad una rimonta vincente. A chiudere i conti ci pensa Maxey dalla lunetta (22 punti), anche se sono Hield e Oubre a risultare i migliori marcatori fra gli ospiti (24 punti per entrambi). 

Vola Golden State, Minny meglio dei Clippers

Con questa vittoria, i Sixers si avvicinano in classifica a New York, quarta. I Knicks finiscono ko a Houston per 105-103. La sfida viene decisa a pochi decimi dalla conclusione, quando - con il punteggio in parità e la gara destinata ad andare all'overtime - Brunson (27 punti per lui) commette ingenuamente fallo sul tentativo disperato da 3 di Holiday (18 punti), che fa 2/3 dalla linea della carità, regalando il successo ai suoi. Per i Rockets da segnalare 23 punti di Brooks e i 20 di Smith Jr. Affermazione di fondamentale importanza per Golden State, che sbanca il campo di Utah, rivale diretta per l'accesso al play-in. Sono gli Splash Brothers a guidare i Dubs: Thompson realizza 26 punti, Curry 25 (a cui aggiunge 10 assist) e i Jazz devono arrendersi per 129-107. Parlando ancora di Western Conference, Minnesota fa suo lo scontro da zone altissime della graduatori con i Los Angeles Clippers per 121-100. Vittoria "on the road" per i Timberwolves, che beneficiano dei 47 punti dalla coppia Towns-Edwards e della doppia doppia da 17 punti e altrettanti rimbalzi di Gobert

Doncic e Wembanyama in tripla doppia

Chiude in tripla doppia invece Doncic: per lo sloveno ci sono 26 punti, 11 rimbalzi e 15 assist nel successo per 112-104 dei suoi Dallas Mavericks ai danni degli Washington Wizards. Da un europeo grande protagonista ad un altro. Wembanyama conclude la gara vinta da San Antonio a Toronto per 122-99 con numeri pazzeschi: 27 punti (71% al tiro), 14 rimbalzi e ben 10 stoppate. L'ultimo rookie a firmare una tripla doppia con 10 stoppate era stata una leggenda degli Spurs come David Robinson nel 1990. A completare il quadro dei risultati ecco l'affermazione per 111-102 degli Charlotte Hornets contro gli Indiana Pacers, quella per 96-87 dei New Orleans Pelicans sul campo dei Memphis Grizzlies e infine la vittoria per 136-126 dei Chicago Bulls ad Atlanta

Continua a leggere tutte le notizie di sport su