Olimpia Milano: in casa l'Armani si prende nella gara 5 la sua chance tricolore

L'Olimpia cambia gioco, si avvicina al canestro e vince 79-72 con Shields perfetto da 22 punti. Standing ovation per Paul Biligha, uomo del destino

di SANDRO PUGLIESE -
19 giugno 2023
Milano si porta sul 3 a 2 e vede lo scudetto

Milano si porta sul 3 a 2 e vede lo scudetto

Milano - L'Olimpia guida per 40 minuti, combatte, lotta e vince. Finisce 79-72 la gara 5 di finale scudetto tra Olimpia Milano e Virtus Bologna con l'Armani che, dunque, sul 3-2, si conquista la prima occasione per provare a chiudere la serie nella sfida che si giocherà mercoledì a Bologna.  L'uomo del destino si chiama Paul Biligha. 0 minuti nel primo tempo con una Milano avanti, ma sofferente sotto le plance. Kyle Hines stringe i denti, ci prova, ma non ce la fa, coach Messina ci prova con "la classe operaia che va in paradiso", gioca 12 minuti di pura energia, stoppa, difende, blocca e schiaccia.

L'EA7 ritrova sicurezza sotto le plance e poi si affida al suo MVP Shavon Shields che la trascina letteralmente nel finale con 22 punti (8/12 da 2), ben 11 nell'ultimo quarto. Il secondo violino è Voigtmann che gioca una partita totale con 8 punti, 6 rimbalzi, 5 assist e 2 recuperi, mentre Melli è il solito guerriero con un'altra "doppia doppia" da 13 punti e 12 rimbalzi. Milano per la prima volta nella serie bilancia il gioco in modo diverso, tira da 2 il doppio delle volte da 3 punti e vince una partita che guida per 40 minuti seppur di misura: "Non c'è dubbio - conferma coach Messina -  ci abbiamo lavorato, i ragazzi si sono resi conto che a Bologna avevano tirato troppo da 3. Abbiamo subito attaccare il ferro di più ed è andata bene".

Un successo importante nella serie: "E' stata una vittoria molto importante, sudata,, con una grande contributo dalla panchina - continua l'allenatore  - in particolar modo Biligha e Ricci. Certamente il contributo a rimbalzo è stato decisiva per avere più possessi. Poi abbiamo provato ad utilizzare quintetti più grossi e più atletici, Shields sta giocando una grande finale ed è un piacere rivederlo a certi livelli. Sono i grandi campioni che stanno mettendo la fima su questa finale".

La partenza dei biancorossi è positiva con Datome subito lanciato in quintetto e Melli protagonista dell'11-5 dei primi 4'. Il finale di quarto è scoppiettante, prima spara Baron da tre, poi risponde Pajola allo scadere per il 26-24 del 10' con Milano che cambia gioco rispetto alle altre gare e tira quasi solo dentro l'area. L'Armani scatta di nuovo, Baron la accende con 7 punti filati per il 35-26 al 13', ma la Segafredo regge il colpo e con Hackett torna 38-34 al 18'. Nel finale di 1° tempo lo scarto rimane simile con Voigtmann e Mickey a dividersi il bottino (42-37). Alla ripartenza Milano piazza due triple con Napier e poi con Shields (48-41), poi il pubblico si infiamma con la stoppata di Biligha e la successiva schiacciata di Melli (50-41 al 24').

L'EA7 sembra trovare la chiave in avvicinamento e ancora con Biligha e Melli tocca anche il +13 (56-43 al 26'). La risposta di Bologna arriva con uno 0-11 con Hackett e Belinelli glaciali (56-54). Ci pensa Napier con una magia a ridare margine a Milano con un "2+1" quasi sulla sirena (59-54). Voigtmann è l'uomo di inizio 4° periodo, smazza assist per Melli e per Shields, poi segna liberi per il 65-58 al 32'. La Virtus è testarda, non molla e torna ad un passo con Shengelia (67-65). Shields risponde con 4 punti di fila, poi è ancora Biligha-time con una super difesa e una schiacciata per il 73-65 al 37'. Poi è il momento di Shields, fa tutto lui e Milano può finalmente esultare per il 79-72 finale. Mercoledì alle 20.30  si torna di nuovo in campo, a Bologna c'è gara 6, Milano ha la sua prima occasione

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO-SEGAFREDO BOLOGNA 79-72 28-24; 42-37; 59-54 MILANO: Melli 13, Ricci, Hall 2, Shields 22, Voigtmann 8, Tonut ne, Baron 12, Napier 12, Biligha 4, Baldasso, Hines 3, Datome 3. All. Messina BOLOGNA: Belinelli 17, Shengelia 2, Hackett 12, Ojeleye 5, Cordinier 14, Mannion ne, Pajola 7, Jaiteh 9, Mickey 6, Camara ne, Teodosic, Abass. All. Scariolo Note: tiri da 2: MI 23/41; BO 19/33; tiri da 3: MI 6/20, BO 6/23; tiri liberi: MI 15/18, BO 16/21; rimbalzi: MI 40 (Melli 12), BO 26 (Hackett 5); assist: MI 19 (Napier 5), BO 16 (Cordinier 4)

Continua a leggere tutte le notizie di sport su