Olimpia, vietato fermarsi. Milano con le pile cariche. Al Forum arriva Napoli

Dopo la doppietta vincente in Eurolega la testa torna subito al campionato. Sfida delicata con la Gevi che in questa stagione ha sempre battuto l’EA7. .

di SANDRO PUGLIESE -
24 marzo 2024
Milano con le pile cariche. Al Forum arriva Napoli

Milano oggi ritrova Napoli, i partenopei il mese scorso hanno battuto i biancorossi di Messina in finale di Coppa Italia

Dovrà essere l’entusiasmo riportato in auge dalla doppietta vincente in Eurolega a dare oggi l’energia all’Olimpia Milano per il suo match di campionato. Sfida delicata ed importante contro la Gevi Napoli, dopo due sconfitte consecutive esterne con Bologna e Venezia (dopo 7 vittorie di fila), contro un avversario che, in questa stagione, ha sempre battuto Milano.

Lo ha fatto alla seconda di campionato e ha ripetuto il successo nel match ancora più importante del mese scorso che ha assegnato la Coppa Italia ai partenopei. Dunque, seppur con poche energie e con lo sguardo rivolto verso l’Europa, i biancorossi dovranno trovare le forze per vincere. La Gevi non affronta un buon momento, ha perso due delle tre gare dopo la ripresa del campionato, è caduta al settimo posto con soli due punti di vantaggio rispetto alle squadre che non accederebbero ai playoff, dunque arriva a Milano in questo derby metropolitano con il coltello tra i denti. Dal canto suo l’Olimpia è rinvigorita da ciò che ha fatto vedere nel match contro il Fenerbahce di venerdì: "Abbiamo giocato almeno due quarti molto bene - dice coach Messina - poi ad un certo punto è subentrata la stanchezza, ma la chiave è che abbiamo continuato a lottare e competere nei momenti di massima difficoltà. Ambedue le squadre si sono affidate ai loro giocatori di maggior talento, con giocate individuali, noi abbiamo eseguito un paio di stop in più in difesa e vinto la partita." e l’allenatore lo ha sottolineato perchè troppo spesso l’Olimpia si è spenta quest’anno dopo aver dilapidato grandi vantaggi. Il coach biancorosso vorrebbe che questi due successi potessero valere anche qualcosa di più nella testa dei suoi giocatori, ma allo stesso tempo non vuole illudersi di aver girato una stagione davvero complessa: "Queste sono le situazioni che possono invertire una stagione, ma non faccio previsioni perché finora abbiamo fatto fatica tutte le volte che abbiamo provato a pensare un po’ più in avanti senza pensare solo alla partita successiva".

Ora c’è Napoli e l’Armani, alla terza partita in cinque giorni, deve concentrarsi su quella visto che in campionato, comunque, il quarto non è per niente brillante e non mette al riparo l’Olimpia da un playoff duro con il fattore campo da ribaltare più volte. Dopo la sfida contro i vari Ennis, Pullen e Zubcic, decisamente i giocatori chiave dei napoletani, allora potrà tornare a concentrarsi sull’Eurolega dove giovedì 29 sarà ospite del "milanese" Trinchieri in quel di Kaunas.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su