Playoff Nba: i Celtics annullano un altro match point agli Heat e li portano a gara 6

I biancoverdi hanno dominato il quinto atto della finale ad Est battendo Miami 110-97

di MATTEO AIROLDI -
26 maggio 2023
Tatum (ANSA
Tatum (ANSA

Boston (Stati Uniti), 26 maggio 2023 – Sull’onda del successo ottenuto pochi giorni fa al Kaseya Center di Miami, i Boston Celtics sfoderano un’altra prestazione travolgente sconfiggendo al TD Garden i Miami Heat 110-97 e alimentando le loro speranze di compiere l’impresa di rimontare la serie della finale di Eastern Conference dallo 0-3: qualcosa di mai visto prima nella storia della NBA. Il passivo finale non racconta probabilmente appieno quello che è stato il dominio dei biancoverdi, i quali sono scesi in campo con una straripante ferocia agonistica e già dal primo quarto hanno messo in chiaro le loro intenzioni, mettendo di fatto già un'ipoteca sulla pratica di gara 5. Quella dei Celtics è stata infatti una vera e propria egemonia sul piano del gioco e dell’energia messa in campo, testimoniata anche da una prestazione balistica di grande livello: i biancoverdi hanno infatti chiuso la serata con il 50% dal campo e con un eccellente 41% dall’arco dei tre punti. Sul piano delle cifre individuali, invece, a spiccare nell’ottima prova corale dei Celtics sono stati Derrick White (24 punti con 8/11 dal campo e addirittura 6/8 nel tiro da tre punti), Marcus Smart (23 punti), Jayson Tatum (21 punti, 11 assist e 8 rimbalzi), e Jaylen Brown, autore della sia miglior prestazione personale in questa serie (21 punti). Ai Miami Heat – orfani di Gabe Vincente, messo ko da una distorsione alla caviglia – non sono invece bastati cinque uomini in doppia cifra, guidati da Duncan Robinson (per lui 18 punti in uscita dalla panchina). Le due stelle Bam Adebayo e Jimmy Butler si sono invece fermate a quota 16 e 14 punti, non riuscendo ad incidere come nelle precedenti occasioni nell’economia della partita. Più che positiva ma alla fine non sufficiente, tra gli ospiti, anche la prestazione di Haywood Highsmith (15 punti con 6/9 al tiro).  

La gara

Con l’obbiettivo di cancellare il secondo match point a disposizione degli Heat, i Celtics sono scesi in campo con il giusto piglio e grande intensità difensiva: un aspetto che ha agevolato anche l’attacco, capace di far girare il pallone con fluidità e trovare giuste spaziature. Le triple di Smart e Brown hanno fatto il resto, scardinando la difesa troppo tenera di Miami e scavando il primo solco del match (20-5). Un +15 conservato dai biancoverdi fino al suono della prima sirena (35-20) e sugellato dall’ennesima tripla di White a fil di sirena (7/12 dall’arco dei tre punti nei primi 12’ per i Celtics). Nella seconda frazione, Miami ha provato ad arginare l’impeto dei Celtics facendo ricorso alla difesa a zona: una scelta che ha almeno inizialmente ha pagato i giusti dividendi, dal momento che gli uomini di coach Spoelstra son o riusciti a riportarsi dal -18 al -11 con la possibilità di rientrare in singola cifra di svantaggio. Dall’altra parte è però arrivata la pronta risposta dei Celtics, i quali hanno piazzato un 12-3 chiuso dalla tripla del +20 di Smart (61-41). Una vera e propria ipoteca sulla vittoria: nella seconda metà di gara, infatti, i Celtics si sono limitati a non far prender fiducia ai Miami e a gestire ritmi e punteggi, toccando l’apice della loro serata sul +24.