Brindisi a metà La Virtus vola, Dobric cade

Ancora un tributo alla sfortuna: a gara ampiamente chiusa, il serbo si fa male alla caviglia e salterà i prossimi match di Eurolega

di MASSIMO SELLERI -
31 dicembre 2023
Brindisi a metà La Virtus vola, Dobric cade
Brindisi a metà La Virtus vola, Dobric cade

Virtus Bologna

83

Pesaro

66

SEGAFREDO : Cordinier 4, Lundberg 6, Belinelli 10, Pajola 4, Dobric 9, Mascolo, Shengelia 22, Hackett 6, Menalo 2, Polonara 11, Dunston 5, Abass 4. All. Banchi.

CARPEGNA PESARO: Bluiett 15, Visconti 10, Ford 7, Maretto, Tambone 5, Cinciarini 11, Stazzonelli, Mazzola 2, Fainke ne, Totè 16. All. Buscaglia.

Arbitri: Bongiorni, Galasso, Valleriani.

Note: parziali 15-19; 41-32; 58-48. Tiri da due: Virtus Bologna 23/38; Pesaro 19/48. Tiri da tre: 8/20; 7/19. Tiri liberi: 13/17; 7/13. Rimbalzi: 43; 28.

Vittoria agrodolce per la Virtus che chiude il 2023 al secondo posto in Eurolega e al terzo in campionato I problema arrivano, però, dalll’infermeria con il il centro Jordan Mickey che è vicino al recupero, ma non è ancora pronto, mentre Devontae Cacok si è infortunato al ginocchio sinistro giovedì scorso a Belgrado e stando alle indiscrezioni ne avrà per alcuni mesi, sebbene il comunicato del club sia molto più prudente.

Il reparto lunghi è ridotto al lumicino e il coach Luca Bianchi chiede ad Abi Abass di sacrificarsi nel ruolo di ala grande. Il giocatore di scuola canturina risponde presente, ma è chiaro che questo è un tampone che in Europa rischia di non essere sufficiente, per cui la società è sul mercato a caccia di un lungo per una operazione che dovrebbe chiudersi a tempo di record, anche se siamo a cavallo tra il vecchio e il nuovo anno.

Tornando alle questioni di campo, nonostante la stanchezza e gli infortuni alla lunga la Segafredo riesce a domare una Pesaro che se non sta molto attenta rischia di ritrovarsi nella lotta per non retrocedere.

In una gara dove probabilmente la panchina bolognese avrebbe preferito far risposare un po’ di più le prime linee, alla fine per non rischiare un capitombolo vengono chiesti gli straordinari a Toko Shengelia e a Daniel Hackett, ma siccome piove sempre sul bagnato, a 4’ dalla fine sul +17 (74-57) si infortuna alla caviglia sinistra Ognien Dobric e anche lui non ci sarà mercoledì contro il Bayern Monaco (probabile esordio per il lettone Lomazs). E’ l’epilogo di una gara dove i padroni di casa toccano anche il +20 (73-53) e dove l’unico dato positivo riguarda la prestazione di Achille Polonara con il lungo anconetano che sta tornando ai suoi livelli.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su