Virtus Banchi, la speranza ora è Cordinier

Basket serie A Domani sera a Brescia, nel posticipo, è il palio il primato. Il coach punta a ritrovare forze fresche per lo sprint

di MASSIMO SELLERI -
24 marzo 2024
Virtus Banchi, la speranza ora è Cordinier

Isaia Cordinier, 27 anni, si è infortunato domenica scorsa a Pesaro (Ciamillo).

Il momento di flessione che la Virtus sta attraversando non riguarda solo l’Eurolega, ma anche il campionato. In Italia come in Europa la V nera fa fatica a vincere quando si gioca in trasferta e le motivazioni sono comuni e molteplici e rischiano di inficiare un cammino che fino a gennaio aveva il sapore della perfezione.

Non c’è solo il fatti del pubblico che con il suo calore rende più facile la vita alla formazione di Luca Banchi, ma c’è anche la trita e ritrita questione legata al fatto che nel roster bianconero ci sono 4 giocatori affidabili e se uno solo di questi manca bisogna confidare in una buona prestazione degli altri compagni senza avere particolari garanzie.

In questo momento Daniel Hackett è indisponibile e il risultato è che la squadra ha notevoli problemi nell’organizzazione del gioco, così come quando è stato assente uno tra Toko Shengelia o Bryant Dunston il rendimento dei lunghi è piombato molto al di sotto della linea della sufficienza. Gli eventuali forfait di Marco Belinelli, invece, hanno tolto all’attacco un riferimento certo sul quale le difese avversarie sono costrette a concentrarsi per evitare che il capitano della Segafredo si accenda.

Il terzo aspetto è legato a un’agenda fitta di impegni che non ha ancora consentito allo staff tecnico di inserire un giocatore come Ante Zizic in un sistema di gioco dove il centro croato sia sempre coinvolto e non si ritrovi ad essere un pesce fuori dall’acqua.

La somma di tutti questi fattori ha portato la Virtus a perdere terreno sia in campionato che in Eurolega e la settimana che si apre domani risulta essere cruciale. Prima c’è la trasferta in casa della capolista Brescia, dove è necessario vincere per evitare di essere risucchiati e agganciati da Milano, poi venerdì arriva il Panathinaikos in Fiera e anche lì bisogna ottenere un successo per mettere in cassaforte la partecipazione ai play-in.

Per la trasferta in terra lombarda Banchi dovrebbe recuperare Isaia Cordinier, mentre dovrebbe restare ancora ai box Hackett il cui rientro è previsto per la sfida contro i greci. Ritrovare la fiducia diventa un’operazione necessaria per concludere al meglio l’esperienza europea prima di concentrarsi solo sul campionato.

Non va dimenticato che neppure il più inguaribile degli ottimisti avrebbe pensato per la Segafredo a un cammino così brillante in Eurolega. Ma nello sport accontentarsi non è mai un atteggiamento né compreso né gradito.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su