La Virtus cade a Venezia: sconfitta 78-73 in gara 3 di semifinale scudetto

Servirà almeno una gara 4 per decidere chi tra bianconeri e lagunari approderà in finale

di FILIPPO MAZZONI -
29 maggio 2024
La Virtus cade a Venezia: sconfitta in gara 3

La Virtus cade a Venezia: sconfitta in gara 3

Venezia, 29 maggio 2024 – Si va a gara 48. La Virtus cade al Taliercio di Venezia sconfitta 78-73 in gara 3 di semifinale scudetto dalle Reyer padrona di casa che così accorcia le distanze sul 2-1 nella serie. Ci sarà bisogno almeno di gara 4 per decidere chi tra bianconeri e lagunari approderà in finale. La Virtus non riesce infatti a piazzare il primo colpo da ko, e tornerà in campo, ancora sul parquet dei veneti tra meno di 48 ore. Alla formazione di Luca Banchi costa carissimo il blackout subito nella terza frazione di gioco, quando avanti di 15 si è fatta rimontare e raggiungere da Venezia, nonostante un eccellente avvio di sfida da parte dei bianconeri. Virtus ancora senza Lundberg; Banchi che si presenta in campo con Hackett, Cordinier, Abass, Shengelia e Zizic, tenendo in avvio in panchina Dunston e soprattutto capitan Belinelli. Zizic è fin da subito un fattore sottocanestro e la Virtus parte subito 0-7 dopo 2’. 9 dei primi 13 punti dei bianconeri (13 nel primo quarto) sono proprio firmati dal centro croato che sia con Tessitori che con Simms ha buon gioco. Shengelia e Cordinier lanciano i bianconeri anche fino a +15 sul 14-29. La Reyer risponde, tra finale prima frazione e inizio secondo con un parziale di 9-0. Dopo lo sbandamento la Virtus sembra riprendere in mano il confronto, controlla le sfuriate di una volitiva Venezia e chiude, sul +11 all’intervallo. La sfida non cambia al ritorno in campo. La Virtus torna avanti sul +15, ma ecco Venezia che piazza la rimonta e torna a -2 con un parziale di 13-0 per il 53-55, non segnando per 5’. Cordinier segna 1 libero e spezza l’inerzia, ma la Reyer ha in mano la partita, impatta sul 59-59 grazie all’eccellente vena realizzativa di Parks al 29’ e ad una Virtus che sbaglia caterve di tiri liberi. Heidegger apre l’ultimo quarto con il primo vantaggio di Venezia nella sfida. La sfida rimane in grande equilibrio. A 2’25” Virtus avanti 71-72. Zizic fa 1su2 dalla lunetta per il +2 bianconero a 94” dalla fine. Sull’azione successiva Heidegger impatta con canestro in entrata e poi mette il libero del 74-73 a 1’10” dalla fine. Hackett sbaglia l’entrata e Parks mette il canestro del +3 Venezia a 34” dalla fine. La Virtus ci prova, fallisce un paio di volte il canestro del pareggio. Fallo sistematico, ma De Nicolao mette i liberi della vittoria veneta. Venerdì sera, sempre al Taliercio, sarà già tempo di gara 4. Serie semifinale: Virtus – Venezia 2-1 (103-89 1ts; 79-78, 73-78).

Il tabellino

REYER VENEZIA 78 VIRTUS BOLGONA 73

UMANA REYER VENEZIA: Spissu, Tucker 10, Heidegger 14, Wiltjer 1, Tessitori 8; Parks 19, De Nicolao 2, Simms 17, Casarin 7, Brooks; O’Connell ne, Janelidze ne. All. Spahija.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Hackett, Cordinier 12, Abass 2, Shengelia 17, Zizic 16; Pajola 1, Belinelli 7, Dunston 4, Mickey 2, Polonara 8, Dobric 4, Mascolo ne. All. Banchi. Arbitri: Attard, Bartoli, Quarta.

Note: parziali 16-29, 38-49, 59-59.

Tiri da due: Venezia 24/36; Virtus 19/31. Tiri da tre: 6/27; 7/21. Tiri liberi: 12/13; 14/25. Rimbalzi: 24; 38.  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su