Ascoli, Castori parte dalle sicurezze. Tornano Viviano e Botteghin

Il tecnico punterà poi su Di Tacchio in mezzo al campo e Mendes davanti: la colonna portante del Picchio

19 novembre 2023
Ascoli, Castori parte dalle sicurezze. Tornano Viviano e Botteghin

Eric Botteghin

L’Ascoli vede ricomposta la sua spina dorsale con lo sguardo fisso sull’obiettivo Reggiana. Sarà questa la sfida che sabato 25 novembre (avvio alle 14 al Mapei Stadium – Città del Tricolore) segnerà di fatto l’inizio del Castori bis sulla panchina del Picchio. L’arrivo di un allenatore sanguigno e verace come lui sarà accompagnato anche dal rientro di una serie di tasselli importanti che ora permetteranno ai bianconeri di tornare in campo con i suoi pezzi migliori. Innanzitutto a segnare la ripresa del cammino sarà l’importante recupero del capitano e leader difensivo Botteghin. Il brasiliano manca all’appello dalla sfida interna pareggiata contro la Sampdoria (1-1), ma ormai si prepara al grande ritorno dopo essere andato in panchina già in occasione dell’ultima gara disputata in casa e persa col Como (0-1). Nel corso delle ultime due settimane di lavoro il giocatore si è allenato a pieno regime insieme a tutto il resto del gruppo e attende con una certa impazienza il momento di essere nuovamente chiamato in causa a distanza di oltre un mese da quel problema fisico patito proprio nella parte finale dell’incontro con i blucerchiati. La sua presenza sarà fondamentale, dato il bagaglio di tecnica ed esperienza, per sviluppare il nuovo terzetto difensivo che il timoniere dell’Ascoli andrebbe a schierare. Sulla carta ad affiancarlo sarebbero gli alfieri Bellusci e Quaranta, anche se utilizzando tutti e tre non ci sarebbero poi eventuali alternative impiegabili. Questo alla luce dei lunghi infortuni occorsi a Tavcar prima e Bogdan poi. Il sopra detto trio costituirà il vero scudo davanti a Viviano, l’altro importante elemento che tornerà protagonista tra i pali dopo la parentesi Barosi. Le due giornate di squalifica sono state smaltite e ora sarà di certo lui a permettere al Picchio di provare a rialzarsi anche grazie ai suoi interventi provvidenziali. Proseguendo in avanti l’esperto allenatore potrà vantare la presenza del suo fedelissimo pupillo Di Tacchio. Centrocampista che lo ha accompagnato nella cavalcata trionfale di Salerno e che oggi il 69enne ha potuto ritrovare sotto le cento torri.

A concludere la colonna portante centrale dell’Ascoli infine sarà il portoghese Pedro Mendes. Centravanti che proprio nell’attuale stagione era subito esploso nelle prime giornate a suon di gol per poi essere di nuovo relegato a sacrificarsi nei panni di trequartista. In una zona del terreno non proprio consona alle sue caratteristiche, ma che il 24enne ha sempre onorato con prestazioni fatte di grande sacrificio. Il ko di Nestorovski gli aprirà la possibilità di tornare a giocare più vicino alla porta con la chance quindi di provare a rompere quel digiuno che va avanti dal match con la Ternana (0-2). Dopo la seduta svolta ieri la squadra oggi riposerà per tornare in campo domani alle 14.30 al Picchio Village.

Massimiliano Mariotti

Continua a leggere tutte le notizie di sport su