Ascoli Südtirol 1-2: la scia positiva dei bianconeri si interrompe

Serie B, 23esima giornata. Il Picchio incassa un ko pesantissimo in ottica salvezza: decide la rete di Masiello nella ripresa. Ansia per l'infortunio di Mendes

di MASSIMILIANO MARIOTTI -
4 febbraio 2024
Il Picchio esce a testa bassa dal confronto con il Sudtirol
Il Picchio esce a testa bassa dal confronto con il Sudtirol

Ascoli Piceno, 4 febbraio 2024 – Una vittoria che fa malissimo. Il ko per 2-1 incassato al Del Duca nello scontro diretto col Südtirol mette di nuovo nei guai l'Ascoli proprio nel momento in cui i bianconeri stavano provando a risalire la classifica. Dal possibile sorpasso di fatto si è passati ad un epilogo drammatico che ha visto crearsi in classifica un ritardo netto (5 punti) tra le squadre di metà classifica e quelle ancora invischiate nella lotta per salvarsi. Il Picchio così esce a testa bassa e nuovamente contestato.

Al triplice fischio finale a finire di nuovo nelle mire dei tifosi sono stati ancora una volta il patron Pulcinelli e il suo fidato consigliere De Santis. Sugli spalti il pubblico di casa accoglie le squadre con una coreografia da brividi. In campo invece quella vista stavolta è stata una partita particolarmente complicata. Varie le sorprese messe in campo da Castori in avvio. La posta in palio è altissima e l'incontro stenta a decollare frammentato da innumerevoli interruzioni di gioco per svariate condotte fallose. L'Ascoli cerca l'effetto sorpresa con un impatto grintoso. Gli ospiti controllano utilizzando spesso le maniere forti e, recuperata la sfera, ripartono ordinati sfoggiando un buon palleggio. Il duello tra bomber Casiraghi-Mendes termina quasi subito. Il portoghese alza bandiera bianca per un infortunio alla caviglia sinistra e si rivede a fine gara in stampelle. La sfida si blocca negli istanti finali del primo tempo. Il Picchio passa da un possibile rigore a favore al gol del vantaggio altoatesino di Tait. Il diesse Giannitti perde le staffe e viene espulso da Di Marco per proteste. Nella ripresa cambia il tema con l'Ascoli che osa di più con l'ingresso di D'Uffizi. Suo il mancino respinto da Poluzzi e poi finito in rete con il tocco dello sfortunato Tait. Gli uomini di Castori adesso spingono sull'acceleratore, ma cadono sulla leziosità inutile di Rodriguez. Lo spagnolo perde un pallone sanguinoso che agevola la combinazione Casiraghi-Masiello. L'esperto difensore fa 2-1 e chiude i conti.

Il tabellino

ASCOLI-SÜDTIROL 1-2

ASCOLI (3-5-2): Viviano; Bellusci, Botteghin, Mantovani (dal 31' s.t. Vaisanen); Falzerano, Valzania, Di Tacchio (dal 25' s.t. Caligara), Giovane (dal 1' s.t. D'Uffizi), Celia (dal 32' s.t. Quaranta); Streng, Pedro Mendes (dal 26' p.t. Rodriguez). Panchina: Vasquez, Bolletta, Gagliolo, Zedadka, Milanese, Masini, Maiga Silvestri. Allenatore Castori.

SÜDTIROL (3-4-2-1): Poluzzi; Giorgini (dal 25' s.t. Kofler), Scaglia, Masiello (dal 38' s.t. Cagnano); El Kaouakibi (dal 24' s.t. Ciervo), Arrigoni, Tait, Davi; Merkaj (dal 13' s.t. Rauti), Casiraghi; Odogwu (dal 13' s.t. Pecorino). Panchina: Drago, Mallamo, Broh, Cisco, Kurtic, Peeters, Lonardi.

Allenatore: Valente.

Arbitro: Di Marco di Ciampino.

Marcatori: al 50' p.t. Tait, all'11' s.t. autorete Tait, al 33' s.t. Masiello. Note – 7.894 spettatori (3.324 abbonati, quota di 26.268,40 euro), per un incasso complessivo di 66.078,40 euro.

Ammoniti Falzerano per l'Ascoli, El Kaouakibi, Arrigoni, Tait, Rauti per il Südtirol.

Tiri in porta 3-2. Tiri fuori 5-0. In fuorigioco 0-0. Angoli 2-1. Recuperi: p.t. 5’, s.t. 7’.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su