In Toscana senza Bellusci e Di Tacchio

Entrambi squalificati, il mister studia nuove soluzioni.

19 dicembre 2023
In Toscana senza Bellusci e Di Tacchio
In Toscana senza Bellusci e Di Tacchio

Sguardo già rivolto al prossimo appuntamento in calendario che metterà il Pisa sulla strada dell’Ascoli di Castori nel match previsto all’Arena Garibaldi per sabato alle 16.15. La vittoria sul Catanzaro ha indubbiamente riconsegnato fiducia e autostima in casa bianconera. I tre punti portati a casa però ancora non risultano essere sufficienti per cercare di chiudere in modo adeguato il girone d’andata del Picchio. Proprio il nuovo tecnico in queste due gare che dividono cercherà insieme ai suoi uomini di portare a casa il maggior bottino possibile per rendere meno complicata la seconda parte della stagione. L’obiettivo principale quindi sarà uscire indenni dalla trasferta toscana dove i bianconeri saranno chiamati a confermare lo stato di forma messo in campo contro il Catanzaro sabato scorso. Un altro risultato positivo sarebbe davvero oro colato prima dell’epilogo dell’annata in cui l’Ascoli proverà magari a regalare ai suoi tifosi un’altra gioia nella sfida interna col Cittadella.

Ieri pomeriggio il gruppo ha ripreso gli allenamenti. I titolari e gli elementi scesi in campo con i calabresi sono stati impegnati in un lavoro aerobico. Tutti gli altri invece hanno disputato una partita con la formazione Primavera di Ledesma, reduce dal rocambolesco 3-3 fatto registrare al cospetto del Palermo. I nuovi pensieri che attanagliano la mente del tecnico del Picchio sono quelli legati alle assenze per squalifica di Bellusci e Di Tacchio. Due tasselli il cui forfait si farà inevitabilmente sentire nei relativi due reparti di appartenenza. La speranza è che chi sarà chiamato a sostituirli riesca a non farli rimpiangere più di tanto. Proprio nelle recenti uscite il centrale difensivo era riuscito a ritrovare una buona condizione mentale e fisica. Momento di rendimento poi arricchito anche dal gol del momentaneo 1-1 siglato contro lo Spezia. La sua assenza aprirà ancora una volta una sorta di rebus legato al terzetto difensivo. Qui l’unico elemento che potrebbe andare a sostituirlo sarebbe rappresentato da Adjapong. Giocatore solito ad agire sulla corsia di destra, ma in qualche circostanza adattato nella posizione di braccetto destro al fianco del perno difensivo Botteghin. A centrocampo invece a ricevere l’arduo compito di sviluppare la manovra e dettare i tempi potrebbe essere Gnahoré. L’unico per caratteristiche in grado di rimpiazzare Di Tacchio.

Massimiliano Mariotti

Continua a leggere tutte le notizie di sport su