Rebus Bellusci, in forse c’è anche Falzerano

Per Caligara e Nestorovski tempi più lunghi.

5 dicembre 2023
Rebus Bellusci, in forse c’è anche Falzerano
Rebus Bellusci, in forse c’è anche Falzerano

Il gruppo ieri pomeriggio ha ripreso la preparazione dopo il brutto e doloroso scivolone di Venezia. Ad alimentare un largo malcontento all’interno della piazza non è stato di certo il risultato, bensì il modo col quale lo stesso è maturato. La prima metà di gara non giocata da Ascoli ha prodotto un preoccupante passo indietro. E la differenza si è vista nettamente nella ripresa del confronto, quando il Picchio ha deciso di scendere davvero in campo e creare alcuni pericoli degni di nota. Il calo di tensione avuto dai giocatori è il fattore principale sul quale un tecnico energico e determinato come Castori sta lavorando sodo per evitare che una situazione del genere possa ripetersi. A ciò però andrà ad aggiungersi una situazione di emergenza assoluta legata all’infermeria che non sta affatto agevolando il lavoro del timoniere in questo momento. In tutto questo c’è da capire cosa sta realmente accadendo a Bellusci. Il difensore nella settimana scorsa, dopo gli acciacchi smaltiti, era rientrato in tempo per allenarsi col gruppo e quindi scendere in campo anche contro i veneti. Poi all’ultimo momento il 34enne è stato ugualmente escluso dalla lista dei partenti per delle motivazioni ancora non chiarite, dato che la condizione fisica non risulta più essere tale dal portare all’esclusione. Ora in vista della difficile gara con lo Spezia si dovrà cercare di risolvere il rebus: il difensore ci sarà, risolvendo quindi la complicata situazione legata al pacchetto arretrato, o verrà nuovamente lasciato fuori? Oltre a lui si sta provando a recuperare Falzerano, altro elemento utile sul quale contare a centrocampo, sulla corsia di destra o sulla trequarti.

Per gli altri, su tutti Nestorovski e Caligara, bisognerà attendere ancora qualche settimana. Il momento continua ad essere drammatico anche per lo Spezia. I liguri nel giro di qualche mese si sono ritrovati costretti prima a lasciare la massima serie con l’amaro spareggio perso col Verona (1-3), per poi fare i conti con l’attuale inattesa lotta salvezza in cadetteria. Il confronto di sabato sarà uno snodo cruciale anche per la formazione allenata da D’Angelo che nell’ultimo turno disputato è uscita ko contro il Parma mettendo sotto i ducali e finendo in ginocchio soltanto a causa dello sfortunato autogol incassato al 94’. Le Aquile in vista di sabato potranno recuperare l’ex Cassata dopo il turno di squalifica. Verso il recupero anche il portiere Dragowski e il difensore Bertola.

mas.mar.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su