Ascoli, Viviano fa 38 anni: “In città grande senso di appartenenza dei tifosi”

Diciannove anni da protagonista fra Serie A e B, con esperienze in Turchia, Portogallo e Inghilterra. Il portiere bianconero festeggia gli anni prima della partita con il Venezia e lancia messaggi d'amore alla città: "Qui tutti i bambini supportano la squadra"

di LORENZO PASTUGLIA -
1 dicembre 2023
Emiliano Viviano compie 38 anni

Emiliano Viviano compie 38 anni

Ascoli, 1 dicembre 2023 – Trentotto anni, 19 da protagonista in mezzo ai pali dei campi di Serie A e B, di quelli turchi (al Fatih Karagümrük), inglesi (con l’Arsenal) e portoghesi, allo Sporting Lisbona. Emiliano Viviano di esperienza e storie da raccontare ne ha da vendere. Il portierone dell’Ascoli compie 38 anni oggi, venerdì 1 dicembre, e non smette di stupire. Decisivo in quasi tutte le partite di questa stagione in maglia bianconera, vuole spegnere al meglio le sue candeline con una vittoria sabato, al Penzo, contro il Venezia capolista. In tanti sul suo Instagram gli hanno intanto dedicato delle stories per festeggiarlo, come il presidente dell’Ascoli, Massimo Pulcinelli, e Andrea Coda, difensore che giocò con lui in maglia della Samp.

Gli inizi e il traguardo delle 500 presenze contro la Ternana

Viviano continua con super prestazioni in campo e non smette di stupire. Tanto che a fine settembre ha raggiunto uno dei traguardi più belli: quello delle 500 presenze fra i protagonisti. Lo ha fatto nella vittoria al Del Duca contro la Ternana per 2-0, parando un rigore in avvio all’ex capitano bianconero Federico Dionisi. Passato contro presente. La sua carriera lo ha visto in tante squadre. Dopo l’esordio con il Cesena in B nel 2004, il passaggio al Brescia l’anno seguente in cui rimarrà per quattro stagioni. A Bologna, Viviano giocherà alcune delle migliori partite in carriera, prima di passare all’Inter — che alle buste si assicura l'intero cartellino offrendo 4,2 milioni di euro contro i 2,35 del Bologna — prima di lesionarsi il legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro e di non giocare mai in maglia nerazzurra.

"Ad Ascoli c’è un grande senso di appartenenza nei tifosi”

Da qui ha inizio un’altra gavetta con le maglie di Palermo e Fiorentina, prima del prestito all’Arsenal in Premier League (senza mai giocare) e di passare alla Samp, altra esperienza positiva. In Liguria, il portiere rimarrà quattro stagioni. Gli ultimi anni della sua attuale carriera lo vedono in Portogallo allo Sporting Lisbona, senza mai giocare, per poi passare a gennaio alla Spal in Serie A nel 2019.

Prima dell’Ascoli, ha giocato le ultime tre stagioni in Turchia al Fatih Karagümrük, schierato quasi sempre titolare. Oggi l’esperienza nelle Marche, nella quale Viviano si dice contento: “Ho giocate in grandi piazze come Fiorentina, Samp e Bologna — ha detto in una video intervista rilasciata dalla squadra mercoledì — Qui ad Ascoli sono rimasto scioccato: devo trovare un bimbo che non tifi bianconero. Se a Firenze può accadere che qualche piccolo tifi Milan, Inter o Juve, qui c’è un grande senso di appartenenza. I tifosi non chiedono per forza la Serie A, ma che la squadra lotti”.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su