Atalanta verso la finale di Europa League: sprint per avere Kolasinac

Il difensore bosniaco spera di recuperare dopo i guai al flessore: se non ce la dovesse fare contro il Bayer Leverkusen al suo posto Toloi o Scalvini

di FABRIZIO CARCANO -
19 maggio 2024
Sead Kolasinac, alla prima stagione in nerazzurro

Sead Kolasinac, alla prima stagione in nerazzurro

Bergamo, 19 maggio 2024 – Domani, lunedì 20 maggio, l’Atalanta saprà se Sead Kolasinac potrà fare parte, oppure no, della squadra che affronterà la finale di Europa League mercoledì a Dublino contro il Bayer Leverkusen. Il 31enne difensore bosniaco, uscito dopo un quarto d’ora per un risentimento muscolare al flessore il 2 maggio nella gara d’andata a Marsiglia, domani proverà a tornare in gruppo dopo 18 giorni di terapie mirate e un percorso riabilitativo personalizzato. L’ex Arsenal avrebbe poi un paio di allenamenti a disposizione prima della finale, giusto le ultime sedute di rifinitura.

I problemi del reparto

Gasperini ovviamente ci spera, per il valore e l’esperienza del gladiatore bosniaco, e per avere un uomo in più in un reparto, quello arretrato, con i numeri contati.

Nell’ultima settimana è rientrato il capitano Rafael Toloi falcidiato in questa annata difficile da una serie di infortuni muscolari: il 33enne difensore matogrossiano ha giocato la mezz’ora conclusiva della finale di Coppa Italia e ieri a Lecce è rimasto in campo per tutta la partita. Se non dovesse farcela Kolasinac il veterano brasiliano potrebbe essere un’alternativa. O lui o il gioiello Giorgio Scalvini, a sua volta rientrato da tre settimane dopo un problema muscolare che lo aveva tenuto fuori nel mese di aprile.

A Dublino, sempre per un risentimento al flessore, non ci sarà ovviamente Marten De Roon, schierato peraltro nelle ultime settimane da difensore proprio al posto di Kolasinac.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su