Lo scozzese chiede scusa ai tifosi per la brutta prestazione: "Loro sono stati fantastici, noi no. Dobbiamo tornare subito sulla strada giusta». Ferguson: "Abbiamo avuto una brutta giornata»

Il Bologna ha perso a Udine, ma il capitano Lewis Ferguson ringrazia i tifosi per il sostegno e ricorda che il dispendio di energie ha avuto un peso. La squadra deve tornare sulla strada giusta a partire dal prossimo match, anche se lui sarà squalificato.

31 dicembre 2023
Ferguson: "Abbiamo avuto una brutta giornata"
Ferguson: "Abbiamo avuto una brutta giornata"

"We had a bad day". Il capitano del Bologna, Lewis Ferguson, riprende le parole di una canzone di Daniel Powter per spiegare il ko di Udine. "Abbiamo avuto una brutta giornata".

Attacca così, quasi scusandosi con i tremila supporter che hanno seguito la squadra in Friuli, incitando dall’inizio alla fine e applaudendo anche dopo il triplice fischio: "Sono stati fantastici, incredibili. Avremmo voluto regalare ai nostri tifosi un’altra soddisfazione, ma oggi non ce l’abbiamo fatta e siamo dispiaciuti. Sono sempre con noi e li ringrazio per il sostegno finale. Auguro loro buon anno, anche se avrei voluto farlo con un altro risultato".

C’è poco da girarci attorno: "L’Udinese è stata meglio di noi, loro sono stati bravi e hanno meritato, noi no".

La sensazione che sulla testa e sulle gambe dei rossoblù abbia pesato la settimana che ha visto i rossoblù piegare Roma, Inter e Atalanta c’è e che il dispendio di energie abbia avuto un peso al termine del tour de force è argomento che lo scozzese non nasconde.

"Venivamo da tre partite fantastiche e molto dure. Venivamo da un gran momento. Oggi purtroppo abbiamo vissuto una brutta giornata. Non avevamo il nostro solito ritmo, non abbiamo giocato al nostro livello abituale, dobbiamo ammetterlo. Il calcio è anche questo, capita di avere delle brutte giornate".

Giornata che non cancella quanto di buono è stato fatto e che lascia comunque il Bologna in piena lotta per l’Europa.

E allora, più che ai rimpianti, è meglio pensare al futuro: "L’importante è tornare sulla strada giusta a partire dalla prossima partita".

L’importante è non dimenticare la strada che i rossoblù hanno tracciato non solo in questa prima parte di stagione, ma nell’intero 2023, targato Thiago Motta.

"Il calcio è così, le brutte giornate possono capitare, ma noi dobbiamo essere consapevoli di quello che è stato il nostro livello fin qui e tornare sulla strada giusta a partire dal match con il Genoa". Match che vedrà lo scozzese ai box per squalifica, complice il giallo rimediato a Udine, da diffidato: "Vorrei giocare ogni partita, ma devo accettare di prendere qualche cartellino e questa squalifica. Farò il tifo per i miei compagni dagli spalti insieme al pubblico e cercherò di aiutarli anche da fuori a tornare alla vittoria, che è quello che vogliamo di più".

Marcello Giordano

Continua a leggere tutte le notizie di sport su