Santiago Castro al Bologna: il saluto del Velez Sarsfield. E lui: “Addio al club che mi ha dato tutto”

L’ex squadra del centravanti classe 2004 sui social: “Molte grazie Santi!”. Il suo congedo ai tifosi: “Voglio fare una menzione speciale alle persone che pagano il biglietto per potere essere in campo ad ogni partita”

di GIACOMO GUIZZARDI -
27 gennaio 2024
Santiago Castro è del Bologna: il saluto della sua ex squadra, il  Velez Sarsfield, sui social

Santiago Castro è del Bologna: il saluto della sua ex squadra, il Velez Sarsfield, sui social

Bologna, 27 gennaio 2024 – Per vederlo all’opera in rossoblù servirà ancora qualche settimana (in attesa che termini il Preolimpico che sta svolgendo con l’Argentina U23), ma intanto Santiago Castro può già ufficiosamente dirsi un nuovo giocatore del Bologna. Nella notte gli account social del Velez Sarsfield (squadra dalla quale venne prelevato, all’epoca, Nicolas Dominguez), hanno salutato ‘Santi’: alla foto di Castro era accompagnata la descrizione “Grazie mille Santi!. L’attaccante proseguirà la sua carriera a Bologna”. Questione di tempo affinchè anche il Bologna, appunto, ufficializzi l’ingaggio del centravanti classe 2004, che sbarca in rossoblù per una cifra vicina ai 12 milioni di euro tra parte fissa e bonus. Negli scorsi giorni il viaggio del direttore sportivo Di Vaio a Buenos Aires aveva dato l’accelerata giusta ad una trattativa che, tra tira e molla, rischiava di andare fin troppo per le lunghe. Non poteva mancare il congedo di Castro ai suoi tifosi, anche questo avvenuto tramite profili social: “Oggi è il momento di dire addio al club che mi ha dato tutto per 10 anni affinché crescessi come giocatore ma soprattutto come persona – scrive il centravanti su Instagram – Ringrazio tutte le persone che mi hanno aiutato a diventare quello che sono oggi, dai compagni ai tecnici, fino a tutto lo staff del club”.

Dedica anche ai tifosi, che Castro ha fatto più volte gioire in questa stagione: “Voglio fare una menzione speciale alle persone che pagano il biglietto per potere essere in campo ad ogni partita, lasciando le loro famiglie o venendo con loro per tifare il club del loro cuore. Sono stati un motore molto forte che mi ha fatto proseguire nonostante le avversità”. Ora, un nuovo capitolo: “Me ne vado tranquillo, avendo dato tutto ad ogni partita, esattamente come ha fatto la squadra, per lasciare il Velez dove merita di stare sempre. Non è un addio ma un arrivederci, perché il Velez è la mia casa. Sarò grato per tutta la vita a questo club. Semplicemente grazie: continuiamo tutti così per portare il Velez nel posto che merita. Sarà per sempre una famiglia, e sono molto felice di farne parte”.

Motta ha così il suo rinforzo, che potrà dare una mano alla squadra nei prossimi mesi: Castro, il futuro è rossoblù. E si spera soprattutto roseo.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su