Fiorentina, Quarta: "Vicino a lasciare Firenze, ma adesso sono felice qui".

In conferenza stampa interviene anche il difensore argentino, uno dei più in forma in questo momento della Fiorentina: "Un ritorno in Nazionale? Magari, sarebbe una rivincita personale"

di ALESSANDRO LATINI -
4 ottobre 2023
Fiorentina-Ferencvaros, Martinez Quarta in conferenza stampa (Germogli)

Fiorentina-Ferencvaros, Martinez Quarta in conferenza stampa (Germogli)

Firenze, 4 ottobre 2023 - Al fianco di mister Italiano nel Media Center del Viola Park c'è Lucas Martinez Quarta, uno dei giocatori più in forma di tutta la Fiorentina. Il difensore argentino della Fiorentina ha già messo a segno due gol nel corso di questa stagione. Si parla molto del suo nuovo ruolo: sicuramente difensore centrale, ma all'occorrenza si trasforma in centrocampista quando la squadra è in possesso palla. Vincenzo Italiano ha detto di essersi ispirato al Milan di Sacchi per cucirgli addosso questo ruolo che ha fatto spesso la differenza. Sicuramente contro l'Atalanta in casa e nella trasferta di Udine dove ha siglato un gran gol. Queste le sue sue parole in vista della sfida europea contro il Ferencvaros: "Le voci di mercato ormai sono passate. Oggi sono qui e sono felice perché ho continuità. E' vero, sono stato vicino a lasciare Firenze. Ma adesso stiamo facendo un bel lavoro e dobbiamo continuare così". Quando si diverte in campo in questo momento? "Quando le cose vanno bene tutti si divertono. Sto vivendo un momento bello e mi sta capitando di far gol perché il mister mi ha dato più libertà. E' bello sentire questa fiducia anche se ogni partita è un esame. Adesso serve solo continuità". Quanto ci tenete a questa competizione? "Per noi questa coppa è troppo importante, è una rivincita dello scorso anno. Vogliamo vincere e dare tutto, daremo tutto per fare un grande percorso. Ci teniamo tantissimo e vogliamo arrivare fino in fondo. Da dove nasce la tua qualità? "Da piccolo ho fatto il centrocampista, penso sia quello che mi ha dato un po' più di qualità. Io sono un ragazzo che lavora ogni giorno al 100%. A volte le cose vanno bene, altre volte no. Io voglio dare sempre il massimo. Di sbagliare può capitare, ma dagli errori bisogna imparare per non ripeterli". Come vede Gonzalez, da compagno ed amico? Sappiamo quanto Nico sia importante per noi, può farci vincere le partite. Mi auguro che continui così e che possa fare ancora tanti gol. Gli voglio bene, lo vedo più maturo e capace di trascinare una piazza come Firenze". Pronto per un ritorno in Nazionale? "Magari, sarebbe bello e sarebbe una rivincita personale. Lo scorso anno sono rimasto fuori dal Mondiale, mi auguro di continuare così per tornarci e far vedere anche lì le mie qualità".

Alessandro Latini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su