Il problema centravanti e le opzioni di Italiano. Macchè Beltran-Nzola. I nuovi gemelli del gol sono Quarta e Ranieri

La Fiorentina va avanti in Europa da prima in classifica nel girone e in campionato abita a mezzo passo dalla...

16 dicembre 2023
Macchè Beltran-Nzola. I nuovi gemelli del gol sono Quarta e Ranieri
Macchè Beltran-Nzola. I nuovi gemelli del gol sono Quarta e Ranieri

La Fiorentina va avanti in Europa da prima in classifica nel girone e in campionato abita a mezzo passo dalla zona Champions. Il tutto più o meno senza i gol dei suoi centravanti. Non osiamo immaginare cosa accadrà quando Beltran e Nzola termineranno lo stage e inizieranno a mettere dentro palloni su palloni. Attenzione, non è escluso che a gennaio la società acquisti due centrali difensivi per spostare in avanti Quarta e Ranieri. Una fantasia. Ma mica poi tanto. Vabbè dai, la situazione non è davvero male, se non fosse che sul campo di Budapest, il cui manto erboso è un clone del mitico Gualandi, non si fosse infortunato l’unico attaccante che segna, il grande Nico, uno che sa giocare a calcio e fa più o meno tutto quello che c’è da fare: dribblare, scattare, segnare, saltare, segnare, rientrare, contrastare, ripartire, dribblare, scattare, tirare, segnare. Chi lo sostituisce, fino ad oggi, al massimo scatta e poi torna indietro.

Accidenti. Forza Nico, abbiamo bisogno di te. E di Jack, un altro che corre e segna. Poi c’è sempre Terracciano, che un paio di gol potrebbe pure farli. Comunque il destino di Italiano è davvero curioso. Lui ha riportato la squadra nelle zone alte, in Italia tutti parlano bene di lui e del suo calcio, ma qui non sfonda nei cuori della gente. Eppure gli hanno venduto un centravanti che segnava per prendergliene quattro che hanno visto più lo psicologo della porta avversaria, tanto che il lavoro del tecnico in questi due anni è stato quello di cercare soluzioni alternative: Torreira, Jack, Quarta, Ranieri…. di Brekalo, Sottil e Ikonè per il momento solo flebili lampi nel buio. E questa è la versione positiva.

Beh, mettiamo che questi esterni tornino a vedere la porta, che Beltran capisca in che ruolo deve giocare e Nzola ridia il posto al suo fratello gemello che giocava nello Spezia. Immaginatevi cosa potrebbe diventare la Fiorentina. Una vera macchina da gol, e allora la zona Champions sarebbe davvero un obiettivo più che possibile, quasi automatico. Giusto ricordarci che poi a gennaio andrà in scena la Supercoppa italiana, che essendo italiana verrà chiaramente giocata a Riad. Ok, non è propriamente Italia, ma hanno i soldi e quindi chi se ne frega. Il calcio ormai è un circo senza confini. L’inno del torneo potrebbe essere Money dei Pink Floyd. E’ solo una proposta. Il fatto che poi ci sia una guerra in medio oriente non conta. Abbiamo detto Money, non Imagine di John Lennon, che fa tanto Natale ma con questo calcio c’entra poco.

Adesso vediamo di tenere botta in campionato e far passare delle feste serene ai tifosi provati da troppi sbalzi di pressione. Se volete un’idea regalo vi consigliamo il gioco da tavolo House of Franchi. Non dovete rispondere alle domande su “Chi si compra”, ma a quelle su “Ndoe si gioca”.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su