Italiano: "Contava solo vincere, bravo Nzola a procurarsi il rigore"

L'allenatore della Fiorentina voleva i tre punti e li ha ottenuti. Contento per la rete ritrovata da Nzola, ma servono ancora tempo e lavoro per migliorare

di ALESSANDRO LATINI -
9 novembre 2023
Vincenzo Italiano contro il Cukaricki

Vincenzo Italiano contro il Cukaricki

Firenze, 9 novembre 2023 - Tutto sommato è un Vincenzo Italiano piuttosto soddisfatto quello che analizza la vittoria di Leskovac contro il Cukaricki nel post partita. Aveva chiesto alla squadra i tre punti. Senza fronzoli e bel gioco sono arrivati.

Poco, davvero, sul piano del gioco e delle occasioni, con il tecnico che è contento soprattutto per il ritorno al gol di Nzola, al primo sigillo in Europa dopo la rete contro il Cagliari. Il secondo pareggio tra Ferencvaros e Genk spiana la strada alla Fiorentina nel Gruppo F, che il prossimo 30 novembre al Franchi contro i belgi avrà la prima occasione per festeggiare la qualificazione al prossimo turno. Queste le parole dell'allenatore gigliato. Qual è il suo stato d'animo dopo questa partita. Contento per la vittoria o rammaricato per la prestazione? "Siamo venuti qui per vincere, era quello l'obiettivo. Ci siamo riusciti attraverso una partita dove ci interessavano solo i tre punti. Mi fa piacere che abbia segnato Nzola, soprattutto per come si è procurato il rigore. Potevamo fare qualche gol in più, ma in casa gli avversari in Europa sono molto diversi. Ripeto, oggi ci bastava solo vincere e lo abbiamo fatto". Si è arrabbiato per qualcosa nel finale. Forse voleva chiuderla prima? "Le partite aperte sono sempre pericolose. Ne sappiamo qualcosa dallo scorso anno con il Riga. Per colpa di quella gara abbiamo fatto un PlayOff in più durante il percorso. Era meglio chiuderla prima, anche oggi abbiamo trovato una squadra che si è sempre difesa, dobbiamo essere più veloci nel giro palla". Quanto manca per rivedere la sua Fiorentina efficace e concreta sotto porta? "Non manca tanto, oggi si sperava nel gol di Nzola ed è riuscito a farlo. Quello richiama grande fiducia e autostima. Sottil, Ikoné e Brekalo potevano affondare maggiormente perché le occasioni le hanno avute, ma la strada è lunga, ci sono tante partite e abbiamo ancora il tempo per aggiustare qualche lacuna". Pensa che con questo gol Nzola possa essersi definitivamente sbloccato? "Non lo so, però mi è piaciuto come si è procurato il rigore. Ha nelle corde l'attaccare gli spazi, allungare le difese ed è quello che gli chiediamo e che avevamo provato. Mi auguro che questo gol gli dia quella fiducia per essere più risolutivo e incisivo davanti alla porta". Alessandro Latini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su