Jack e il ritorno più complicato. Il ko, il futuro, le voci sulla Juve. Bonaventura prova a reagire. Ma il manager chiede chiarezza

L’agente: "Ci sono persone permalose, il mio cellulare è sempre acceso. Forse solo il mio"

9 febbraio 2024
Il ko, il futuro, le voci sulla Juve. Bonaventura prova a reagire. Ma il manager chiede chiarezza
Il ko, il futuro, le voci sulla Juve. Bonaventura prova a reagire. Ma il manager chiede chiarezza

Testa solo alla Viola, il futuro può attendere. È stato questo - in sintesi - il discorso che Vincenzo Italiano ha rivolto in queste ore a Bonaventura, il giocatore sul quale il tecnico conta, a partire già dal match di domenica con il Frosinone, di imbastire la nuova rincorsa europea della Fiorentina. Eppure per il numero 5 non sarà facile mettersi alle spalle la dose di tossine accumulata nell’ultimo mese. Un’escalation di delusioni, dentro e fuori dal campo, che hanno portato l’ex Milan a manifestare la sua insofferenza durante la sfida di Lecce, quando dopo una palla servita male da un compagno Jack, in un fascio di nervi e con una smorfia dipinta sul volto, ha fatto capire di essere tutt’altro che sereno. Immancabile, all’intervallo, la sostituzione.

Ma anche fino a pochi giorni prima della debacle in Salento non erano mancate le occasioni per rammaricarsi: il rigore fallito col Sassuolo, il palo colpito con l’Udinese e, soprattutto, i rumors di mercato legati al suo possibile approdo alla Juventus hanno messo a dura prova la pazienza della mezzala, il cui destino in viola resta avvolto da un alone di mistero. Il contratto del classe ’89 scadrà a giugno e per adesso nessuno, dal Viola Park, si è fatto vivo col manager di Bonaventura, Enzo Raiola, che nelle scorse ore non le ha certo mandate a dire: "Sul futuro di Jack parlerò quando questa storia sarà finita" ha spiegato: "Ci sono situazioni da chiarire e riguardano persone un po’ permalose. Il cellulare è sempre acceso ma temo che per ora lo sia solo il mio".

Dalla Fiorentina nessuno ha voluto replicare a queste stoccate, visto che la società si è limitata a ricordare come Bonaventura resti un giocatore viola fino al termine della stagione ed esista un’opzione in favore del club per estendere il suo legame fino al 2025. Il sentore, tuttavia, è che il clima attorno a Jack sia tutt’altro che sereno (specie nei rapporti tra il centrocampista e la dirigenza) ma Italiano nelle ultime ore ha provato a gettare acqua sul fuoco. Nella speranza che contro il Frosinone il numero 5 torni ad essere decisivo.

Andrea Giannattasio

Continua a leggere tutte le notizie di sport su