Fiorentina-Roma 2-2: Llorente regala un punto ai giallorossi all'ultimo secondo

La prodezza dello spagnolo nega il successo alla viola, dopo un largo dominio toscano nell'incontro

di FILIPPO MONETTI -
10 marzo 2024
Fiorentina-Roma (Ansa)

AS Roma's defender Diego Llorente in action during the Serie A soccer match ACF Fiorentina vs AS Roma at Artemio Franchi Stadium in Florence, Italy, 10 March 2024 ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI

Firenze 10 marzo 2024 - Il calcio è un gioco crudele e la Fiorentina ne ha avuto la riprova in questa sfida. All'ultimo istante infatti la Roma strappa il pareggio al Franchi, con la rete di Llorente a riequilibrare il risultato sul 2-2 conclusivo, dopo che Biraghi si è fatto parare un rigore da Svilar. Al vantaggio fiorentino di Ranieri ha risposto Aouar in avvio di ripresa, ma la situazione di parità è durata poco, prima del rinovato vantaggio viola, a firma di Mandragora. Un pareggio che non accontenta nessuno, ma di certo fa meno male ai giallorossi: i capitolini infatti accorciano a -3 sul quarto posto, mentre i toscani hanno fallito l'occasione di sorpassare il Napoli in graduatoria, restando così ottavi a -8 dalla Zona Champions League.

Primo tempo

Italiano conferma molte delle indiscrezioni della vigilia, schierando in mediana il duo composto da Mandragora e Maxime Lopez. Il riferimento centrale sulla linea dei trequartisti invece non sarà Beltran, al suo posto c'è Bonaventura a sostegno dell'unica punta Belotti, grande ex di questa sfida. De Rossi invece rispolvera la difesa a tre composta da Mancini, Llorente e N'Dicka. Spostati sulla linea della mediana sia Angeliño, sia El Shaarawy, quest'ultimo schierato a sinistra. Alle spalle di Lukaku, c'è Dybala, ma a sorpresa anche Aouar a completare la trequarti romanista.

La partita è fin da subito ricca di agonismo in campo, con la Roma a provare a stabilire il primo predominio territoriale. Ci mettono infatti appena 5 minuti i giallorossi a trovare il primo tiro in porta, con Lukaku e il suo mancino a saggiare gli ottimi riflessi di Terracciano, bravo a respingere il tentativo del belga. La Fiorentina però cresce e poco alla volta comincia a relegare la squadra di De Rossi nella propria metà campo. Sottil costringe fin da subito Mancini a spendere il cartellino giallo, guadagnandosi un calcio di punizione dal limite dell'area, su cui però non nasce un'azione pericolosa da mettere in difficoltà Svilar

La Viola però non molla la propria presa, anzi insiste, tenendo sotto scacco la retroguardia giallorossa. La squadra di Italiano stabilisce una netta superiorità sugli esterni e proprio da lì costruiscono tutte le proprie azioni pericolose. Sottil è una vera spina nel fianco per Mancini, il quale va vicinissimo più volte al secondo giallo, che vorrebbe dire espulsione. Svilar intanto si ritrova a dover gestire un paio di cross molto ostici a caccia del taglio degli attaccanti, ma nulla può al 19' quando la Fiorentina trova il vantaggio. Calcio d'angolo dalla destra per la Viola battuto da Bonaventura verso il cuore dell'area, dove Ranieri ha seminato N'Dicka e di testa, trafigge il portiere avversario. Festeggia il Franchi il gol del suo difensore, toscani avanti per 1-0 poco prima della metà del primo tempo.

La Roma prova ad avere una reazione alla rete subita, ma la realtà è che i ragazzi di Italiano non sembrano in grado di perdere il pallino del gioco, anzi al 23' è Mandragora a flirtare con il raddoppio dei padroni di casa. Schema da calcio di punizione per liberare Nico Gonzalez, il quale attrae su di sé l'attenzione, prima di scaricare per il centrocampista, il quale calcia di prima intenzione a giro, il tentativo però è di poco largo sulla destra di Svilar, il quale osserva la sfera finire sul fondo. La sofferenza costante della Roma e la fatica di Mancini a contenere la propria veemenza, nonostante il cartellino giallo ricevuto, costringono De Rossi a sostituirlo già al 33' del primo tempo, con l'ingresso al suo posto di Huijsen.

Poco dopo il cambio uno dei pochi squilli della Roma nella seconda parte di primo tempo. Aouar infatti viene liberato dal passaggio illuminante di Dybala. Il franco-algerino entra in area e prova a sorprendere Terracciano, calciando sul palo lontano, ma il tentativo termina di poco largo sulla sinistra della porta viola. La reazione è affidata a Sottil, il quale un minuto dopo riceve in area la sponda di Belotti, ma il tiro è largo di pochissimo. Non accenna a fermarsi il momento di difficoltà della Roma, con anche Paredes a finire sul taccuino dei cattivi di Massa al 37'.

La partita si avvia verso l'intervallo, ma non senza altre due ottime giocate in casa Fiorentina. Prima è Belotti in area di rigore a vincere un rimpallo in area e a calciare di prima intenzione verso la porta: Svilar è battuto, ma sulla linea c'è a fare da guardia Paredes, il quale rinvia, prima che la sfera possa insaccarsi in porta. Poi è ancora Sottil a far girare la testa ai difensori avversari, guadagnandosi il cartellino giallo, per il fallo del neoentrato Huijsen. Si conclude dunque sull'1-0 in favore dei toscani il primo tempo della sfida del Franchi.

Secondo tempo

Italiano prova a cambiare all'intervallo, esce infatti Nico Gonzalez, tra i meno accesi in attacco, al suo posto entra in campo Ikoné. De Rossi invece prosegue con lo stesso undici che ha terminato la prima frazione. La squadra ospite ha un altro piglio nella seconda frazione e prova a mettere sotto pressione la formazione viola. Cristante è il primo a chiamare all'intervento Terracciano al 50', sfruttando il cross dal fondo di El Shaarawy e girando verso la porta, ma non si fa sorprendere il portiere fiorentino. 

I ragazzi di De Rossi però insistono e vogliono continuare ad alzare il ritmo di gioco: il nuovo ruolo di Huijsen come terzino, aiuta il palleggio romanista e permette di portare più uomini negli ultimi quaranta metri di campo. La Roma palleggia molto bene ma fatica a dare continuità alle proprie occasioni da gol, fino però al gol del pareggio al 58'. Aouar infatti corona una grande azione personale da parte di Paulo Dybala. L'argentino prima penetra in area di rigore, poi apre benissimo per Angeliño, il quale mette in mezzo: Ranieri devia, ma il suo tocco è un assist per il ragazzo nato a Lione, che di testa firma la sua terza rete in Serie A. Qualche istante prima del gol ammonito Bonaventura per aver colpito a palla lontana Paredes, nell'area di rigore romanista.

La rete segnata rinnova le energie giallorosse, i quali insistono a caccia del gol del sorpasso, guadagnandosi anche il giallo di Milenkovic, per fallo commesso proprio ai danni di Aouar, qualche minuto più tardi è invece N'Dicka a finire sul taccuino dei cattivi di Massa. I lupacchiotti sembrano padroni del campo, ma sulla punizione nata dal fallo dell'ivoriano, clamoroso giro a vuoto della retroguardia ospite, che concede il nuovo vantaggio ai viola. Biraghi riceve tutto isolato sulla corsia mancina, spedisce in mezzo per Belotti, bravissimo in questo caso a fare da sponda per Mandragora: Aouar buca l'anticipo e il mediano ha tutto il tempo per prendere la mira e superare Svilar per il 2-1 della Fiorentina.

De Rossi prova subito a cercare la scossa dopo il nuovo svantaggio: entrano così Baldanzi e Zalewski, i quali rilevano Dybala ed El Shaarawy. Subito ammonito Baldanzi appena tre minuti dopo il suo ingresso in campo, quando la partita ha toccato quota 76' di gioco. La risposta di Italiano è affidata all'ingresso di Duncan, per uno sfinito Sottil. La Fiorentina al 78' si ritrova a sorpresa la chance di trovare il doppio vantaggio. Ingenuità importante da parte di Paredes, il quale, quasi per frustrazione, trattiene Belotti, dopo essere stato dribblato in area di rigore. Massa è a due passi e non ha dubb, comandando il calcio di rigore per la squadra di casa. Sul dischetto si presenta Biraghi, ma Svilar replica le imprese in Europa League e ipnotizza il capitano viola, parando sulla sua destra il penalty. Prima della battuta De Rossi si gioca le carte Spinazzola e Pellegrini per degli spenti Angeliño e Paredes.

Nel finale la Roma pianta le tende nella metà campo avversaria, ma non riescono quasi mai a impensierire Terracciano, con la retroguardia viola a fare ottima guardia ogni volta. Italiano vede la linea del traguardo e per salvaguardare il vantaggio si gioca un triplo cambio nel recupero, con gli ingressi di Nzola, Arthur e Barak, per Belotti, Lopez e Mandragora, ma non basta per evitare il pareggio romanista last minute. All'ultimo secondo infatti dopo il primo cross di Pellegrini, respinto dalla difesa, il capitano ha una seconda chance per mettere il pallone in mezzo all'area di rigore. N'Dicka di testa fa da sponda per Llorente, il quale si coordina e di destro mette il pallone perfetamente sotto l'incrocio, sul palo lontano. Esplode la gioia della squadra di De Rossi, mentre si disperano i ragazzi in maglia viola. Massa infatti concede solo pochi istanti dopo la battuta al centro prima di fischiare tre volte e decretare la fine dell'incontro. Fiorentina e Roma si spartiscono la posta in palio nel match del Franchi con il risultato finale di 2-2.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su