Fiorentina, (mezza) prova di arroganza contro Mou

La Roma è stata messa sotto per uso di coraggio e aggressione su ogni palla. Il KO di Dybala e le due espulsioni avevano creato una congiunzione golosa per i viola. Che ci hanno provato sempre, però senza pazienza e precisione in un finale davvero bollente.

di ANGELO GIORGETTI -
11 dicembre 2023
Roma-Fiorentina (Ansa)
Roma-Fiorentina (Ansa)

Firenze, 11 dicembre 2023 - Si può essere arroganti contro Mourinho? Sì, se ti chiami Fiorentina e riesci a risalire il gol che Lukaku ti sbatte dentro la porta dopo 5 minuti, schiacciando poi la Roma quasi come una spremuta  e dominandola in 11 contro 9 (oltretutto dopo l’infortunio di Dybala).

Ecco, queste ultime considerazioni - 11 contro 9 e il ko di Dybala - ammorbidiscono al solito i giudizi favorevoli sulla Fiorentina, che chiude la partita contro una ‘grande’ avendo la sensazione di aver perso un’occasione, una delle tante. Quella contro la Roma, in effetti, è sembrata grandissima, le parate di Rui Patricio hanno lasciato inespresso il valore di una squadra che sta crescendo. o comunque non hanno reso giustizia alla presa di coscienza delle qualità viola. Che salto di qualità, non solo in classifica, sarebbe stato uscire dall’Olimpico con 3 punti…

Il percorso di crescita della Fiorentina è stato frenato soprattutto dalle occasioni perse contro il Lecce, l’Empoli e il Frosinone, almeno 7 punti lasciati per strada che pesano tantissimo sulla classifica, perché contro le grandi squadre - a esclusione dell’Inter - i viola hanno sempre giocato partite più che dignitose e perfino ‘spensierate’ in occasioni in cui sarebbe servita più concretezza.

La Fiorentina è tornata da Roma avendo ancora una volta la conferma che la malizia e la cattiveria non rientrano nel suo repertorio consolidato, ma è rande la soddisfazione di andare su qualsiasi campo per giocarsela. La (mezza) prova di arroganza contro Mourinho sarà da ricordare per l’intensità di gioco e per il modo in cui la Fiorentina ha schiacciato una delle squadre più fisiche del campionato, abituata a giocarsela anche sul piano degli scontri muscolari. Alla fine Biraghi ha fatto una sintesi condivisibile: quando mai ci ricapiterà di giocare all’Olimpico in 11 contro 9 contro la Roma? Ecco perché, Fiorentina, insieme ai complimenti restano i soliti rimpianti.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su