Frosinone-Juventus 1-2: Yildiz e Vlahovic tengono la Signora in scia dell'Inter

Il classe 2005, al debutto da titolare, diventa il più giovane marcatore straniero della storia della Vecchia Signora. Baez pareggia, ma nel finale è Vlahovic a realizzare il gol vittoria

di FRANCESCO BOCCHINI -
23 dicembre 2023
Frosinone-Juventus (Ansa)
Frosinone-Juventus (Ansa)

Frosinone, 23 dicembre 2023 - Il ritorno al gol di Dusan Vlahovic (non segnava dalla gara con l'Inter) coincide con quello alla vittoria della Juventus. La rete del serbo, entrato nella ripresa, decide nel finale la sfida con il Frosinone, steso 2-1 dalla compagine bianconera. La copertina, oltre all'ex Fiorentina, se la prende anche il giovanissimo Kenan Yildiz, che al debutto da titolare diventa il più giovane marcatore straniero della storia della Vecchia Signora (18 anni e 233 giorni). Ai ciociari non basta il primo sigillo in Serie A di Baez

Le scelte dei due allenatori

Frosinone (3-5-2): Turati; Monterisi, Romagnoli, Lusuardi; Lirola, Gelli, Brescianini, Barrenechea, Garritano; Soulé, Kaio Jorge. Allenatore: Di Francesco.

Juventus (3-5-2): Szczesny, Danilo, Bremer, Alex Sandro, Cambiaso, McKennie, Locatelli, Rabiot, Kostic, Milik, Yildiz. Allenatore: Allegri. 

Primo tempo

I primi 10 minuti sono di marca bianconera. Al 6' è determinante l'intervento in scivolata di Romagnoli per impedire al cross di McKennie di raggiungere Milik, ben appostato per far male alla difesa del Frosinone. Il buon approccio dei piemontesi viene premiato al 12', quando Yildiz si inventa una giocata fra tre avversari e di destro fulmina sul suo palo Turati. Un autentico gioiello quello del classe 2005, che sblocca così il risultato. Incassato il gol, i padroni di casa cercano di scuotersi, ma gli spazi concessi dalla Juventus sono pochissimi. Al 21' ci prova Barrenechea su punizione, ma la mira non è precisa. Allegri perde Alex Sandro, sostituito da Gatti, mentre Di Francesco è costretto a togliere Lirola, inserendo al suo posto Baez. Al 36' si fa finalmente vedere Soulé con un tiro-cross respinto da Szczesny. La risposta della Vecchia Signora sta in un tentativo sballato di Kostic, servito da Milik. E' questa l'ultima occasione del primo tempo, che dopo tre minuti di recupero va in archivio sull'1-0 in favore della squadra ospite. 

Secondo tempo

Come successo a Genova, Madama rientra in campo in maniera passiva e subito viene punita dai locali. Al 52', il lancio di Monterisi per Baez sorprende la retroguardia bianconera e il numero 7 gialloblù batte Szczesny. Allegri corre ai ripari, lanciando Nicolussi Caviglia, Vlahovic e Iling-Junior. Il Frosinone ha un'altra marcia in questa ripresa e al 58' mette di nuovo paura alla Juventus con un destro, fuori di poco, di Soulé. E' invece decisivo Turati al 63', quando nega a Vlahovic un gol che sembrava quasi fatto, vista la posizione ravvicinata del serbo. Ancora cambi da una parte e dall'altra: dentro Cheddira e Harroui per Di Francesco, mentre Allegri opta per Weah. Proprio Harroui al 72' sfiora il 2-1 con una conclusione al "sette" deviata in angolo da Szczesny. E' sfortunata al 75' la truppa piemontese: il cross di Rabiot arriva a McKennie, che in sforbiciata colpisce la traversa. L'americano è di nuovo protagonista all'81', quando disegna il traversone per Vlahovic, che di testa non dà scampo a Turati. Il 9 all'89' sigla anche la doppietta personale, ma il gol viene annullato per posizione di fuorigioco. Poco male per la Juventus, che dopo cinque festeggia il ritorno al successo. 

Il tabellino della gara 

Frosinone-Juventus 1-2

Frosinone (3-5-2): Turati; Monterisi, Romagnoli, Lusuardi; Lirola (30′ Baez) (79′ Kvernadze), Gelli, Barrenechea, Brescianini, Garritano (69′ Harroui); Soulé, Kaio Jorge (69′ Cheddira). All. Di Francesco. A disp. Frattali, Cerofolini, Lulic, Caso, Cuni, Bourabia, Bidaoui. Juventus (3-5-2): Szczesny; Danilo, Bremer, Alex Sandro (26′ Gatti); Cambiaso (69′ Weah), McKennie, Locatelli (54′ Nicolussi Caviglia), Rabiot, Kostic (54′ Iling-Junior); Milik, Yildiz (54′ Vlahovic). All. Allegri. A disp. Perin, Pinsoglio, Crespi, Rugani, Miretti, Nonge. Arbitro: Mariani di Aprilia.

Reti: 12′ Yildiz, 51′ Baez, 81′ Vlahovic. Ammoniti: 20′ Cambiaso, 43′ McKennie.

Leggi anche: Chi è Yildiz, subito in gol da titolare con la Juve. Tutto sul predestinato lanciato da Max

Continua a leggere tutte le notizie di sport su