Inter e Juve, è già sfida nella sfida. Lautaro-Vlahovic partita scudetto

Inzaghi ritrova Calhanoglu, Barella e Dimarco. Max recupera Chiesa, ed ecco il ’jolly’ Carlos Alcaraz

di GIULIO MOLA -
1 febbraio 2024
Inter e Juve, è già sfida nella sfida. Lautaro-Vlahovic partita scudetto
Inter e Juve, è già sfida nella sfida. Lautaro-Vlahovic partita scudetto

Dopo due giorni di meritato relax, l’Inter è tornata a lavorare ad Appiano Gentile agli ordini di Simone Inzaghi in vista del match contro la Juventus di domenica sera. Tutti hanno risposto presente, a San Siro l’allenatore ritroverà Calhanoglu e Barella (assenti a Firenze per squalifica) e Dimarco (rimasto in panchina al “Franchi“ ma pronto a riprendersi il posto lasciato a Carlos Augusto). L’unico indisponibile sarà l’ex bianconero Cuadrado mentre a destra resterà fino all’ultimo il ballottaggio tra Dumfries e Darmian.

Ma nella partita-scudetto con incasso-record da oltre 6 milioni (in vendita gli ultimi tagliandi del primo anello rosso da 295 euro) ci sarà una sfida nella sfida, quella che metterà di fronte i bomber Lautaro Martinez e Dusan Vlahovic. Un duello stellare visto il rendimento dei due attaccanti nell’ultimo periodo: il Toro (che contro la Juve ha giocato già 17 volte realizzando 4 gol) è in un momento di grazia e non sembra volersi fermare. Dopo 21 giornate (l’Inter, come è noto, deve recuperare la partita con l’Atalanta) il confronto con le precedenti stagioni interiste è assolutamente positivo: sono 19 i gol già segnati in campionato, mai l’argentino aveva tenuto un rendimento simile. Non solo: contro la Juventus l’attaccante nerazzurro cercherà di tagliare lo storico traguardo delle 100 reti con la maglia dell’Inter. Per ora è a quota 98 (con 192 presenze in serie A). A dire il vero anche il collega della Juventus sta facendo cose importanti ed è tornato in doppia cifra, superando quota 10 gol (attualmente è a 12 reti) come gli era accaduto solo nell’ultima parentesi alla Fiorentina. In questo duello incrociato Lautaro Martinez batte il rivale anche per media gol al minuto (uno ogni 84’) e partecipazione alle reti di squadra (46%), ma Vlahovic gli è superiore per il numero totale di gol segnati nel 2024 (6 contro 5).

A poche ore dalla chiusura del la sessione di calciomercato invernale, va finalmente a sbloccarsi la trattativa con il Leicester City per il trasferimento a titolo definitivo di Stefano Sensi alla corte di Enzo Maresca. Al club nerazzurro andrebbero 2,5 milioni di euro in caso di promozione in Premier League delle Foxes, attualmente prime in Championship con dieci punti di vantaggio sulla seconda (che ha una partita in meno).

Continua a leggere tutte le notizie di sport su