Italiani all’estero: malissimo Donnarumma. Chiellini in finale di Mls

Dall'Inghilterra fino agli Stati uniti, passando per i maggiori campionati europei e non solo. Che cosa hanno fatto giocatori e allenatori italiani questa settimana

di KEVIN BERTONI -
5 dicembre 2023
Gianluigi Donnarumma, portiere del Paris Saint Germain
Gianluigi Donnarumma, portiere del Paris Saint Germain

Bologna, 5 dicembre 2023 – Altra settimana di calcio in archivio in giro per il mondo, con tanti risultati e prestazioni dei nostri 'italiani all'estero' che non sono passate sotto traccia. Dal momento no di Gigio Donnarumma, fino a Chiellini che raggiunge la finale di Mls, passando per il primo gol in Inghilterra di Koleosho, ecco che cosa hanno fatto i nostri connazionali.

Partiamo dalla Premier League, precisamente dall'Emirates Stadium di Londra, dove l'Arsenal ha battuto 2-1 il Wolverhampton centrando così il 3° successo consecutivo. La squadra di Arteta ha indirizzat subito la partita grazie ai gol, nel primo quarto d'ora, di Saka e Odegaard, mentre la risposta tardiva dei Wolves è arrivata all'86' con Matheus Cunha. Il nostro Jorginho è partito dalla panchina, visto che il mister spagnolo ha preferito optare per Trossard a centrocampo assieme a Rice e Odegaard. Per l'ex Napoli solo 6 minuti di gioco, entrato al 93' ha cercato di dare una mano ai compagni in fase di ripiegamento nel momento di massimo sforzo degli ospiti. Con questa vittoria l'Arsenal rimane in testa alla classifica della Premier League con 33 punti, a due lunghezze dal Liverpool. Nell'anticipo del sabato ha vinto, anzi stravinto, anche il Burnley che ne ha rifilati 5 allo Sheffield United. Da segnalare che il classe 2004 Luca Koleosho ha realizzato il suo primo gol in assoluto in Premier League. L'attaccante del Burnley, già visto con la maglia dell'under 21 e nel giro della Nazionale maggiore, ha segnato il gol del 4-0 al 75' con un destro sul primo palo che non ha lasciato scampo a Foderingham. Il Burnley conquista così tre punti fondamentali in ottica salvezza, vincendo contro una diretta concorrente. Weekend amaro invece per Roberto De Zerbi, il suo Brighton cade a Stamford Bridge contro il Chelsea per 3-2. Partita giocata con i classici ritmi di Premier, con continui capovolgimenti di fronte e occasioni da gol. Ad aprire le danze è stato Enzo Fernandez al 17', a cui è seguito immediatamente il gol di Colwill al 21', in chiusura di primo tempo è stato Facundo Buonanotte a riaccorciare le distanze. Nel secondo tempo il Brighton, che ha avuto per buoni tratti il pallino del gioco oltre che avere un uomo in più per l'espulsione di Gallagher nei Blues, non è riuscito a pareggiare e, soprattutto, ha poi subito il gol su rigore ancora da Fernandez. Al 92' Joao Pedro ha reso meno amaro il passivo, ma i giochi erano ormai fatti. La truppa di De Zerbi rimane all'ottavo posto con 22 punti, a -5 dalla zona coppe europee, mentre il Chelsea sale al 10° posto a -3 proprio dal Brighton. Non va oltre il pari invece Emerson Palmieri che, con il suo West Ham, fa 1-1 contro il Crystal Palace. L'ex Roma e Chelsea rimane in campo per tutti i novanta minuti, ma non riesce ad essere particolarmente incisivo in avanti. La partita si è sbloccata al 17' con Kudus che ha portato avanti gli Hammers, che poi hanno subito il gol del pari al 53' da Edouard.

Ligue 1: Donnarumma vince ma viene espulso, successo anche per Gattuso

In Francia il Paris Saint Germain continua a vincere e a dettare il ritmo del campionato, ma la prova di Donnarumma questa volta non è minimamente sufficiente. Al 10' della sfida contro il Le Havre, su un rilancio lungo dei padroni di casa il portiere ex Milan esce abbondantemente dalla sua area di rigore e non si intende con Mukiele che gli lascia sfilare il pallone. Sulla palla vagante si avventa Casimir e in estrema difficoltà Gigio cerca l'acrobazia per rinviare ma trova il volto dell'attaccante dei padroni di casa e, di conseguenza, fallo e rosso diretto per l'1 dei parigini. Luis Enrique, dunque, ha tolto dal campo l'attaccante Bradley Barcola per l'estremo difensore Arnau Tenas. A traghettare verso il successo il PSG ci ha pensato come al solito Kylian Mbappé con destro chirurgico da fuori area al 23' e poi ha chiuso i conti Vitinha al minuto 89'. Psg che sale a quota 33 punti, a +4 dal Nizza di Farioli che è uscito sconfitto per la prima volta in stagione dalla partita contro il Nantes. Allo Stadio Louis Fonteneau l'1-0 fimato Mollet al 25' condanna al primo ko la squadra del tecnico italiano. Sorride invece Rino Gattuso che, con il suo Marsiglia, vince 2-0 contro il Rennes nella battaglia del Velodrome (partita con due espulsioni e 24 falli in totale). Aubameyang nel primo tempo e Ounhai nel secondo regalano tre punti d'oro all'ex centrocampista del Milan e tecnico del Napoli che ora è nono a -1 dal Nantes. Domani il Marsiglia dovrà recuperare il match contro il Lione, dopo il lancio di sassi verso il pullmann dei giocatori dell'ex squadra di Fabio Grosso, esonerato pochi giorni fa.

In Germania torna a vincere il Friburgo di Grifo

Soffre, ma alla fine porta a casa tre punti fondamentali il Friburgo che passa in casa del Mainz per 0-1 grazie al gol di Gregorisch al 69'. Partita molto complicata sotto tanti punti di vista per gli uomini di Streicht che, tra assenze e qualche acciacco fisico, ha dovuto chiedere ai suoi ragazzi uno sforzo extra. Per Vincenzo Grifo, uno di quelli non al meglio, solo panchina. Friburgo che ora è ottavo a pari punti con l'Eintracht a quota 18 e che ora dovrà recuperare le energie in vista del doppio impegno della prossima settimana: prima la trasferta sabato contro il Wolfsburg e poi si vola in Inghilterra per sfidare il West Ham in Europa League.

Gabbiadini segna ma non basta all'Al Nasr, in America Chiellini in finale

Ancora in gol Manolo Gabbiadini con il suo Al Nasr nel campionato degli Emirati. La squadra dell'ex Samp però non è riuscita a vincere contro l'Al Wahda che ha pareggiato con il gol di Kharbin su rigore. L'Al Nasr, che ricordiamo non è l'Al-Nassr di Ronaldo, è 10° in classifica con nove punti dopo altrettante giornate, a +4 dalla zona retrocessione. Spostandoci dall'altra parte dell'oceano, chi festeggia è certamente Giorgio Chiellini. Il Los Angeles Fc, squadra del difensore italiano, ha conquistato la Western Conference battendo 2-0 in finale lo Houston Dynamo, grazie ai gol di Hollingshead al 44' e l'autogol di Escobar all'80'. Chiellini, che ha giocato tutti i novanta minuti, e compagni sabato 9 dicembre sfideranno i Columbus Crew, vincitori della Eastern Conference, nella finalissima del campionato.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su