Juve, ufficiale Douglas Luiz: affare da 50 milioni

Il brasiliano è ufficiale, dentro l’operazione ci sono Iling e Barrenechea. Kostic e Milik in uscita

di MANUEL MINGUZZI -
30 giugno 2024
Douglas Luiz

Douglas Luiz

Torino, 30 giugno 2024 – È ufficiale l’arrivo di Douglas Luiz alla Juventus. Sono arrivati attorno all’ora di pranzo i comunicati di rito per una operazione che era già scritta da tempo come accordi tra le parti. Superato l’ostacolo McKennie, che non ha trovato accordo sulla buonuscita da Torino e sull’ingaggio a Birmingham, il club bianconero ha messo sul piatto, oltre a Iling Junior, il cartellino di Enzo Barrenechea. I due giocatori sono stati valutati complessivamente 26 milioni di euro e alla fine Douglas Luiz ne costerà in totale 50. Il conguaglio economico a favore dell’Aston Villa sarà di 24 milioni di euro. Il comunicato Juve non fa riferimento alle due uscite ma solo al costo totale dell’operazione: “Juventus comunica di aver raggiunto un accordo con l’Aston Villa per l’acquisizione a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Douglas Luiz a fronte di un corrispettivo di 50 milioni di euro pagabili in quattro esercizi più oneri accessori di 1.5 milioni di euro”. Al giocatore un contratto fino al 30 giugno 2029. Il centrocampista brasiliano è dunque il rinforzo di centrocampo per soddisfare le richieste di Motta, ovvero di un giocatore di qualità e quantità, di possesso palla e verticalità e anche di gol. Questo, per ora, non esclude la pista Koopmeiners che continua a costare 60 milioni.

Kostic e Milik in uscita

Prosegue anche la campagna di uscite per rimpinguare il budget di mercato. Se Kephren Thuram è stato finanziato dalla cessione di Moise Kean alla Fiorentina per 13 milioni più bonus, il direttore Cristiano Giuntoli ha provato anche a piazzare Filip Kostic e Arek Milik nell’affare con il Nizza, ma il club francese ha detto no. Resta però in piedi l’affare che la Juve punta a chiudere a cifre inferiori ai 20 milioni chiesti dai francesi, forti della volontà del giocatore di sbarcare a Torino. Restano invece in uscita Kostic e Milik, due pedine che Giuntoli punta a cedere per fare cassa e reinvestire sugli obiettivi in entrata. Tra Koopmeiners e Calafiori la Juve conta di poterne ingaggiare almeno uno, senza dimenticare le piste in attacco con Greenwood, Sancho e Adeyemi tra gli obiettivi in lista. Sembrano invece destinati a rimanere Soulè e Yldiz che dovrebbero comporre il tridente d’attacco con Dusan Vlahovic. Da verificare, invece, la posizione di Federico Chiesa che sarà discussa dopo l’Europeo. Al giocatore è stato offerto un rinnovo ponte fino al 2026 alle stesse cifre dell’attuale contratto e toccherà a lui fornire una risposta. Nel caso in cui Chiesa decidesse di non rinnovare la Juve prenderebbe in considerazione una cessione remunerativa. La cifra ipotetica parte da almeno 40 milioni di euro.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su