Juve: è ancora emergenza attacco. Fede perla di cristallo, Dusan rischia

Chiesa e Vlahovic hanno lasciato doloranti la sfida con l’Inter. Chance per Yildiz e il rientrante Milik

7 febbraio 2024
Juve: è ancora emergenza attacco. Fede perla di cristallo, Dusan rischia
Juve: è ancora emergenza attacco. Fede perla di cristallo, Dusan rischia

La Juventus post derby d’Italia si lecca le ferite nel vero senso della parola. Vlahovic e Chiesa hanno lasciato il campo doloranti, e si riaccendono i timori attacco. La squadra nelle ultime settimane sembrava aver ritrovato il suo equilibrio: meno ‘corto muso’ e più palloni infilati in porta, ergo più spettacolo. Un gol che ancora si è visto un po’ poco uscire piedi di Federico Chiesa (6 marcature nel 2023/24), la perla di cristallo in questa stagione ha il ginocchio che lo tormenta per davvero. Chiesa – entrato contro l’Inter nella ripresa - ha rimediato durante il match una botta al piede destro. Arto meno gonfio nella mattinata di ieri rispetto all’immediato post match, la speranza per i bianconeri è che possa aver recuperato nelle ore di libertà concesse da Allegri alla squadra dopo lo scarico post Inter-Juve.

Preoccupano in generale le condizioni fisiche del talentuoso figlio d’arte. Cinque gli infortuni in questa stagione che lo hanno costretto a fermarsi ai box. Troppe le volte in cui nell’arco della stagione è stato costretto a rallentare o fermarsi per guai di natura muscolare o gonfiori e fastidi legati anche al ginocchio infortunato gravemente oltre due anni fa. Chiesa, con il rinnovo ormai a tiro, ma che ancora non arriva, per il momento resta un rebus.

In vista dell’appuntamento con l’Udinese l’altro dubbio si chiama Vlahovic: il sovraccarico muscolare alla coscia destra lascia dubbi sul suo possibile impiego e le sue condizioni verranno monitorate giorno per giorno.

I sostituti? Ci sono, ma a dire il vero nell ultime gare, in particolare con l’Inter, non hanno brillato. Parliamo del giovanissimo Yildiz: talento precoce e tutte le capacità di mettersi in luce.

Milik invece rientra – per la fortuna di Max – dopo aver scontato la squalifica. Mentre Kean, dopo il trasferimento saltato all’Atletico, è ancora off-limits: ci vorranno almeno tre o quattro setimane per completare il recupero.

Brutte notizie dall’infermeria bianconera anche dalla ’parte opposta’ della formazione. Stop all’estremo difensore Mattia Perin. "Il calciatore è stato sottoposto ad accertamenti diagnostici svolti presso il JMedical che hanno evidenziato la lesione di 1° grado del legamento collaterale mediale" fa sapere il club in una nota ufficiale. L’estremo difensore sarà costretto a uno stop che si aggira tra le tre e le quattro settimane.

Il compito di Max in in vista del match contro l’Udinese? Fare i conti con infortuni e squalifiche (compresa quella di Danilo), e mettere in piedi una formazione capace di portare a casa il risultato.

Gabriele Tassi

Continua a leggere tutte le notizie di sport su