Juve, mancano i gol degli attaccanti. Ecco tutti i problemi della Signora

Il pari a Genova ha messo in evidenza le difficoltà dei bianconeri che se la sono presa anche con l’arbitro

17 dicembre 2023
Juve, mancano i gol degli attaccanti. Ecco tutti i problemi della Signora
Juve, mancano i gol degli attaccanti. Ecco tutti i problemi della Signora

Dopo una serie di sei vittorie di misura (quattro 1-0 e due 2-1) inframezzate da un pareggio contro l’Inter, la Juventus ha portato a casa un solo punto dal Luigi Ferraris di Genova contro il Genoa nel 17esimo turno di campionato, mettendo a nudo tutti quei problemi che risultati a volte conquistati con guizzi figli soprattutto di situazioni singole piuttosto che di gioco corale avevano celato e neanche tanto velatamente.

Le decisioni arbitrali contestate non possono essere certo un alibi al termine di una serata in cui ancora una volta un approccio sbagliato nella gestione del vantaggio (come contro Inter e Monza, ma anche dopo il 2-0 con il Cagliari) è costato caro e troppi errori sono stati commessi. E il ritorno al gol di un attaccante (solo su calcio di rigore) ha tutt’altro che allontanato i problemi di un reparto che non riesce a far male: Vlahovic è nuovamente in una fase involutiva che già aveva vissuto nella passata stagione e lo stesso Chiesa non è così determinante come invece era stato nelle prime fasi del campionato. Poi resta inspiegabile l’ingresso di Yildiz a due minuti dal termine.

Magari affidarsi al genio e alla sregolatezza di un ragazzo giovane e di talento che può portare quel po’ di follia che alla Juventus in questo momento manca, avrebbe fatto comodo.

E che dire del centrocampo? L’assenza di Rabiot si è sentita, eccome: il francese è diventato un elemento ormai imprescindibile e senza di lui la Signora soffre come già le era successo con il Cagliari quando l’ex Psg non aveva giocato per squalifica.

C’è bisogno di tornare sul mercato e operare in fretta per prendere un elemento significativamente importante così da permettere un cambio di passo anche quando si esce dagli schemi (sempre gli stessi) di mister Allegri.

A proposito di Allegri, si è detto “contento” della “buona prestazione” della sua squadra, in antitesi con quello che è il pensiero di molti tifosi che continuano a chiedere il cambio di allenatore come si evince dai commenti alla prestazione sui profili social del club – dove molte volte compare pure l’hastag #allegriout – reo di essere la prima causa di queste situazioni.

Sabato prossimo i bianconeri faranno visita all’ora di pranzo al Frosinone, che fa le mura amiche sa trasformarsi e dare filo da torcere a tutti, sarà un bell’esame natalizio da non fallire se si vuole tenere viva la corsa scudetto. Perché si è già capito che l’Inter in primis non ha nessuna voglia di rallentare.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su