Juve, operazione vetta: attacco al Max e un nuovo McKennie

Bianconeri a -2 dall’Inter e senza l’assillo delle coppe: la Signora attesa dall’esame Sassuolo sabato, almeno per una notte potrebbe balzare al comando

di PAOLO GRILLI -
21 settembre 2023
Massimiliano Allegri, 56 anni
Massimiliano Allegri, 56 anni

Torino, 21 settembre – La coppia Vlahovic-Chiesa è sin qui la più prolifica di questo campionato con sette reti. La media punti attuale, 2,5, è quella ideale per potere ambire allo scudetto. Numeri e volti finalmente sorridenti di una Juve che dopo quattro giornate è seconda a due lunghezze dall’Inter, e che rispetto ai nerazzurri non ha l’assillo e le fatiche delle coppe europee.  Massimiliano Allegri non vuole perdere l’occasione di tornare protagonista stabilmente ad alta quota in A, e sabato è l’ex atteso in casa del Sassuolo per una sfida che può rilanciare ulteriormente i suoi. Anche godendo almeno per una notte, magari, del primo posto aspettando che la truppa di Inzaghi giochi a Empoli il giorno dopo all’ora di pranzo. Il tecnico della Signora deve fare i conti con l’infortunio di un suo fedelissimo, Alex Sandro, che dovrà stare fuori fino a un mese e mezzo a causa del flessore sinistro ko.  Ma c’è poi un altro giocatore quasi irrinunciabile per l’allenatore di Livorno, Mattia De Sciglio, che quattro mesi dopo l’operazione al crociato sta già riprendendo confidenza col pallone: il suo ritorno non sembra lontano.

Sono tante le opzioni per Max, che punta ovviamente sul duo delle meraviglie in avanti, ma avendo anche Milik e Kean come armi in più. E a centrocampo, accanto a un Locatelli rilanciato dall’azzurro e a un Rabiot sempre più solido, Fagioli e Miretti stanno acquisendo uno spessore sempre maggiore.  La vera sorpresa, però, è Weston McKennie. A inizio stagione sembrava destinato a una inevitabile cessione dopo il prestito al Leeds, e invece il texano, sulla fascia destra, sta mettendo tanta corsa e qualità tanto da essere tornato al centro del progetto. E da giocarsi il posto da titolare con l’unico acquisto estivo della Juve, Weah. Un’abbondanza di soluzioni che contrasta in maniera evidente con le assenze in serie della passata, soffertissima stagione. E’ anche questo il motivo per cui in campo si vede una Signora più volitiva e votata alla verticalità. Vincere fuori col Sassuolo cancellerebbe la pessima prestazione dell’aprile scorso. I bianconeri vogliono chiudere a chiave la stagione 2022-2023 nel cassetto dei brutti ricordi, senza doverlo più riaprire.

Approfondisci:

Serie A 2023/24, quinta giornata: probabili formazioni, orari e dove vedere le gare

Serie A 2023/24, quinta giornata: probabili formazioni, orari e dove vedere le gare

Continua a leggere tutte le notizie di sport su