Lecce-Bologna 1-1: un rigore per fallo sul portiere decide il match al 100esimo

Rossoblù avanti con Lykogiannis, pareggio di Piccoli dagli 11 metri al fotofinish

di ANDREA TREZZA -
3 dicembre 2023
Serie A; Lecce-Bologna (Ansa)
Serie A; Lecce-Bologna (Ansa)

Lecce, 3 dicembre 2023 – Il Bologna accarezza la seconda vittoria consecutiva, ma si deve arrendere al minuto numero 100. I rossoblù dominano per gran parte del match e vanno in vantaggio con il calcio di punizione gioiello di Lykogiannis, ma praticamente al fotofinish subiscono il pareggio di Piccoli dopo il rigore assegnato da Doveri (richiamato al monitor dal Var) per trattenuta di Calafiori su Falcone. Il finale al Via del Mare dice 1-1.

Le scelte di D’Aversa e Motta

D’Aversa rilancia Strefezza dal 1’, il capitano del Lecce agisce nel tridente assieme a Banda e Krstovic, ancora titolare a discapito di Piccoli. In mediana seconda presenza consecutiva da titolare per Oudin, completano il reparto Ramadani e Gonzalez. In difesa Dorgu vince il ballottaggio con Gallo e agisce da laterale sinistro al fianco di Pongracic, Baschirotto e Gendrey. Tante sorprese di formazione nel Bologna, quella più grande in attacco: parte dalla panchina Zirkzee, gioca Van Hooijdonk al centro del tridente completato da Ndoye e Saelemaekers. A centrocampo ancora Fabbian e non Freuler con Ferguson ed Aebischer, in difesa resta fuori a sorpresa Beukema: gioca Lucumi al fianco di Calafiori, ci sono Posch e Kristiansen da terzini.

Primo tempo a reti bianche

Parte meglio il Lecce, che al 3’ va vicino al gol: corner battuto da Strefezza per il sinistro al volo di Dorgu, attento Skorupski che respinge in calcio d’angolo. Al 12’ si affaccia in avanti anche il Bologna: Ndoye scappa via a Dorgu e una volta sul fondo cerca un cross forte rasoterra, bravo Falcone a distendersi e ad anticipare gli attaccanti rossoblù che avevano riempito l’area di rigore. Al 24’ nuovo tentativo del Lecce, sicuramente più intraprendente del Bologna: Gonzalez riceve sulla trequarti e lascia partire un bolide con il destro, la traiettoria centrale non sorprende Skorupski che respinge con i pugni. Al 31’ altra chance per Gonzalez, questa volta molto più ghiotta: traversone insidioso di Banda che trova il centrocampista del Lecce sul secondo palo, bravo ad anticipare Kristiansen ma non a trovare l’impatto vincente con il pallone. Reazione Bologna al 40’, bravo Ndoye a scappare ancora una volta a Dorgu e a calciare con il destro: Falcone dice ancora di no.

Finale clamoroso al Via del Mare

Avvio sprint del Bologna, che al 47’ ha una buona occasione per sbloccare il match: Van Hooijdonk riceve da Saelemaekers e prova a calciare con il sinistro sul primo palo, Falcone forse è sorpreso ma per sua fortuna la palla finisce la sua corsa sull’esterno della rete. Al 68’ i rossoblù la sbloccano: punizione sensazionale di Lykogiannis, sinistro vellutato che supera la barriera e si infila perfettamente sotto l’incrocio dei pali. Passano due minuti e l’esterno greco si divora il gol del 2-0: ripartenza condotta meravigliosamente da Ndoye, appoggio sulla sinistra per Lykogiannis che tutto solo davanti a Falcone spedisce a lato. Al 76’ altra clamorosa occasione per il raddoppio del Bologna: Ndoye a tu per tu con Falcone si allunga troppo la palla agevolando la respinta al portiere del Lecce, sulla ribattuta ci prova Ferguson ma il suo sinistro termina largo di poco. La squadra di casa fatica a rendersi pericolosa, all’89’ è ancora il Bologna a sfiorare il gol del 2-0: contropiede rossoblù con Urbanski che ci prova con il destro a incrociare, respinge Falcone. Al 98’ accade l’impensabile: Rafia butta palla disperatamente in area di rigore, sponda di Dorgu per Falcone che era salito in occasione del calcio d’angolo precedente, Calafiori lo trattiene e per Doveri, dopo aver rivisto l’episodio al monitor, è penalty; dal dischetto va Piccoli, che batte Skorupski per l’1-1 definitivo.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su