Panchina Milan, Antonio Conte apre al Diavolo. E rispunta Gallardo

Il suo vice Roberto Stellini a Telelombardia: “Saprebbe come colmare il gap con l'Inter”. Intanto i rossoneri si informano anche sull'argentino

di LUCA MIGNANI -
14 maggio 2024
Antonio Conte e Marcelo Gallardo: due ipotesi per la panchina del Milan

Antonio Conte e Marcelo Gallardo: due ipotesi per la panchina del Milan

Milano, 14 maggio 2024 – Oltre a Conceiçao e Fonseca, riemergono altri nomi per la panchina del Milan: Conte e Gallardo. Il primo è tra i preferiti di gran parte della tifoseria rossonera, ma non sarebbe stato (ancora) contattato dalla società. Roberto Stellini, vice dell'ex allenatore di Juventus, Chelsea e Inter, ha rilasciato un'intervista a Telelombardia. Aprendo, di fatto, ai rossoneri. Così Stellini su Conte, fermo da oltre un anno dopo la fine dell'avventura con il Tottenham: “La voglia di tornare è tanta, ha lavorato molto su alcune novità tattiche da mettere in campo nella prossima esperienza, vuole offrire un calcio più moderno e imprevedibile. Una figura difficile da gestire? È trasparente, esigente. E ha sempre portato risultati”. Sulle altre etichette (vuole giocatori costosi e progetti vincenti) Stellini risponde: “L'unico calciatore espressamente richiesto è stato Lukaku all'Inter. Ha fatto 60 gol, ha vinto uno scudetto ed è stato rivenduto al doppio. Si era parlato anche di Leao, ma bisognava scegliere. È ridicolo tirare fuori questa storia: Leao penso piaccia a tutti gli allenatori". Il nocciolo della questione: il Milan potrebbe essere nel futuro di Conte? “Non lo so, tutte le grandi squadre come il Milan possono diventare progetti adatti a lui. Non c'è nessuna preclusione. Io con lui non ne ho mai parlato, ma è normale associare grandi squadre a grandi allenatori. Il Milan è forte, è secondo. Certo, c'è un gap con l'Inter: Conte questi gap li ha colmati in passato, sia alla Juventus che proprio all'Inter”. Intanto rispunta il nome di Marcelo Gallardo. L'allenatore argentino al momento è sulla panchina dell'Al Itthiad, in Arabia Saudita. Ma si sta liberando dal club dal quale percepisce un ragguardevole stipendio, sui 22 milioni, e con cui è legato da un contratto con scadenza dicembre 2025. Il Milan avrebbe chiesto informazioni. Gallardo, però, non ha mai allenato in Europa. Nel curriculum del 48enne ci sono soprattutto le nove stagioni con il River Plate, fruttate quattordici titoli: su tutti, due Coppe Libertadores e un campionato argentino. Occhi sul futuro, mentre il presente dice che mancano due giornate di campionato, le ultime due di Pioli (che ha ancora un anno di contratto con i rossoneri): sul tecnico del diciannovesimo scudetto c'è soprattutto il Napoli. Tra i concorrenti anche Conte, oltre a Gasperini e Italiano.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su