Milan, Giroud squalificato per due giornate. Con Fiorentina e Frosinone tocca a Jovic

Per il mercato di gennaio la dirigenza si sta muovendo per trovare un attaccante: Jonathan David del Lille resta il nome più caldo

di ILARIA CHECCHI -
14 novembre 2023
Olivier Giroud (Milan)

Olivier Giroud (Milan)

Milano, 14 novembre 2023 - Quest’oggi il Diavolo si ritroverà a Milanello dopo i tre giorni di pausa concessi da Stefano Pioli: sono solo nove i giocatori della prima squadra poter riprendere gli allenamenti a Carnago, con il dubbio Thiaw che oggi ha festeggiato la nascita di sua figlia Moussa Laye ed ancora in dubbio se si aggregherà alla Germania.

Sono partiti i francesi Maignan, Theo e Giroud, e poi Krunic, Okafor, Musah, Tomori, Reijnders e Bartesaghi. Diversa la questione infortunati, tra questi Kjaer, Leao, Calabria e Pulisic che proveranno a recuperare il prima possibile dai rispettivi stop: il portoghese punta al rientro con il Borussia del 28 novembre ma non è sicuro che possa farcela. L’assenza in campionato di Giroud rischia di complicare ulteriormente le scelte di Pioli in vista della prossima sfida con la Fiorentina. L’attaccante francese è stato sanzionato con 2 giornate di squalifica. Salterà non solo la sfida con i viola ma anche quella con il Frosinone del 2 dicembre, rientrando in campionato per la partita di sabato 9 dicembre a Bergamo contro l'Atalanta. Nelle due prossime giornate, quindi, spazio a Jovic, chiamato a invertire la rotta di una stagione finora incolore.

Mercato

La finestra di mercato di gennaio diventa quantomai preziosa per il Diavolo che, tra infortuni e alcuni elementi che stanno deludendo le attese, sarà uno dei protagonisti a inizio 2024: la priorità assoluta della proprietà resta ancora la ricerca di un attaccante che non sia solamente un vice-Giroud, ma che possa diventare il numero 9 del Milan in prospettiva. Jonathan David del Lille resta il nome più caldo: i francesi lo considerano incedibile a gennaio ma non per la prossima estate, visto che il canadese ha un contratto in scadenza nel giugno del 2025 che difficilmente verrà rinnovato. Dai 60 milioni di euro richiesti qualche mese fa, dunque, si potrebbe scendere a circa 40, una cifra abbordabile da RedBird e l’affondo potrebbe esserci già a gennaio. Intanto la dirigenza rossonera lavora per portare a Pioli un colpo sicuro a inizio 2024 cercando di colmare l’arrivo di Jovic che finora si è dimostrato deludente: il primo nome della lista è quello di Serhou Guirassy (16 gol in 10 partite stagionali con lo Stoccarda): il giocatore, sotto contratto con il VfB fino al 30 giugno 2026, ha, però, nel suo contratto una clausola di rescissione per liberarsi a 16 milioni di euro ma c’è da capire se il classe 1996 voglia lasciare il club già a gennaio e se il Diavolo possa battere la concorrenza di altre società interessate. Ad ogni modo il Milan, che lo ha visionato due volte dal vivo con Geoffrey Moncada nelle ultime tre settimane, resta in pole position. 

Una clausola rescissoria intorno ai 12 milioni è presente anche nel contratto di Assan Ouédraogo, il centrocampista 2006 dello Schalke04 che il Milan sta seguendo da diverso tempo: Bayern Monaco e Lipsia sono sulle sue tracce ma Furlani e Moncada sperano di anticipare tutti per aggiudicarsi uno dei talenti del bacino delle nazionali tedesche. Piace molto anche Akor Adams del Montpellier: classe 2000, il centravanti nigeriano ha fatto 15 gol (soltanto in campionato) tra aprile e luglio in Norvegia, con la maglia del Lillestrom prima di arrivare la scorsa estate in Francia per 4,5 milioni di euro. Sono 7 le reti finora realizzate e per il Milan rappresenterebbe la scelta giusta come alternativa a Giroud.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su