I cinque motivi per non perdere Pisa-Cremonese

Partita-verità all'Arena Garibaldi nel segno di Gigi Simoni

1 dicembre 2023
Gigi Simoni

Gigi Simoni

Pisa, 1 dicembre 2023 - Contro la Cremonese i nerazzurri cercano ancora di trovare continuità dopo il pareggio con il Brescia e la vittoria di Bolzano contro il Sud Tirol. IMPARARE DAGLI ERRORI - Tra gli errori più gravi di questa stagione c'è senza dubbio la distrazione della fase difensiva, con ben 8 gol subiti su 15 che arrivano tutti allo stesso modo, ovvero il cross dalla destra o dalla sinistra e quindi un'infilata centrale, o diretta o su una respinta. Il Pisa avrà imparato dai propri errori? Comunque la si guardi i nerazzurri nel 2023 sono riusciti solo una volta, a febbraio, a vincere due partite di fila. ARRIVA CODA - Con 9 gol fatti Massimo Coda è il capocannoniere del campionato di Serie B. Il giocatore più importante dell'intero torneo Cadetto, capace con regolarità di andare ogni anno in doppia cifra e di vincere il titolo di leader della classifica marcatori. Dove va Coda c'è gloria e Serie A. Il Pisa in passato ha avuto spesso la possibilità di acquistarlo, ma ha preferito sempre virare su altri profili. E' senza dubbio l'avversario più pericoloso. IL RITORNO DI MARIN - Dopo la squalifica torna Marius Marin in mezzo al centrocampo nerazzurro. Il suo apporto è vitale per il reparto di mezzo di Alberto Aquilani. Infatti in tutte le gare in cui il centrocampista non è stato presente, partendo dalla panchina o per indisponibilità, i nerazzurri non hanno mai vinto. NEL SEGNO DI SIMONI - Pisa-Cremonese sarà la partita di Gigi Simoni, il compianto ex tecnico. Morto a Pisa nel 2020, Simoni ha nelle due città due tappe importantissime della propria carriera. A Pisa sono arrivate infatti due promozioni in Serie A, nel 1985 e nel 1987. Un capolavoro e una vittoria proprio a Cremona per 2-1, con il leggendario tuffo di Piovanelli lo consacrano ad imperitura memoria. Proprio a Cremona, dal 1987 al 1992 Simoni è riuscito a fare la storia. Qui scende fino alla C2 e riporta i grigiorossi in Serie A, vincendo anche il torneo anglo-italiano e salvando due volte la Cremonese. TRITTICO VERITA' - Infine la sfida con la Cremonese è la prima di tre gare difficilissime contro squadre di altissima quota. Sabato prossimo infatti sarà la volta del Catanzaro che ha stupito fino a questo momento e, a parere di Aquilani la squadra che lo ha impressionato di più. Poi toccherà alla corazzata Palermo. Occorrerà il miglior Pisa che dovrà far punti pesanti se non vorrà vedersi allontanare le ultime chance di rimanere agganciato al treno per i playoff. Michele Bufalino

Continua a leggere tutte le notizie di sport su