Ippica Vince Mauricius il campione candido

Il favorito non delude nella 40esima Gran Corsa Siepi di Pisa (e fa il bis). Beautiful Cindy si aggiudica il premio “Roberto Bottanelli”. Tutti i risultati.

22 gennaio 2024
Ippica Vince Mauricius  il campione candido
Ippica Vince Mauricius il campione candido

Ancora una volta ha vinto Mauricius, il campione candido. Ha fatto il bis nella 40ma Gran Corsa Siepi di Pisa, prova ostacolistica di Gruppo III sui 3500 metri. Istituita nel 1968, la corsa ebbe un’interruzione dal 1978 al 1996 riprendendo con il successo di Killbay. Nelle precedenti 39 edizioni due soli cavalli avevano fatto il bis: Furtom nel ‘74 e nel ‘77, Direction nel ‘97 e nel ‘99. Si sta parlando di grandi campioni come lo è certamente Mauricius. Montato dal top jockey Jozeph Bartos il cavallo cèco ha controllato Pope, l’avversario rivelatosi più temibile. A consegnare i doni offerti da Alfea a proprietario, allenatore, fantino il consigliere regionale Diego Petrucci. Prima della corsa di Gruppo si era disputata la 29ma Corsa Siepi dei 4 anni, una Listed sui 1200 metri. Apex (O. Velek) contendeva il pronostico a First Polar che infine ha battuto. Il premio “Chivas Regal”, dedicato al cavallo della Razza Vallelunga che vinse nel 1974 il Gran Premio Lotteria di Merano, ha completato in steeple chase sui 3500 metri il programma ostacolistico aprendo la giornata con il successo di Feed Back (J. Bartos). Anche sulle prove in piano c’è molto da dire poiché la giornata, oltre che soleggiata (seppure frizzante) presentava un bel programma di corse. Due prove emergevano: i premi “Roberto Bottanelli” e “Golden Cavern”, entrambe con corollario di un trofeo challenge che neppure ieri ha trovato un padrone.

Il premio “Roberto Bottanelli” era dedicato a un gentleman di grande talento fermato da una malattia invalidante quando aveva già vinto 282 corse. Dopo la morte dei genitori Roberto Bottanelli era diventato titolare della storica Scuderia Concarena, colori che hanno al loro attivo anche il successo in un Derby, quello del 1984 vinto da Welnor.. Il premio “Roberto Bottanelli”, una bella condizionata sui 1500 metri riservata alle femmine, vedeva favorita Deadline, la più vecchia del lotto ma senza alcun rispetto a batterla è stata Beautiful Cindy (S. Urru), di due anni più giovane.

Otto puledri maiden a confronto nel premio “Golden Cavern”, metri 1500. Il cavallo fu il vincitore del premio Pisa del 2000 con la monta inspirata di Palmerio Agus. Siray (D. Di Tocco) era il cavallo da battere e Siray ha vinto davanti a Newport Bay. Infine, le altre corse in programma: si è avuto un dead heat, cosa che non accadeva da tempo, nel premio “Bambola”, metri 1500, fra Light Blu (D. Di Tocco) e Orange Crush (D. Vargiu) mentre in chiusura il premio “Hirundo”, sulla velocità, ha visto un… Bagliore illuminare il traguardo. In sella l’allievo Davide Cirocca. Si torma a correre giovedì 25 con il premio “Cavalieri di Santo Stefano” al centro del convegno.

r.c.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su