L’incognita portiere all’Arena. E se fosse ancora il turno di Loria?

Incerta la presenza di Nicolas. La mancanza di un undici di riferimento tratto distintivo della stagione

9 febbraio 2024
L’incognita portiere all’Arena. E se fosse ancora il turno di Loria?
L’incognita portiere all’Arena. E se fosse ancora il turno di Loria?

di Lorenzo Vero

PISA

Contro la Sampdoria sarà di nuovo il turno di Loria in porta? Il dubbio, a questo punto, è lecito. La mancanza di un undici di riferimento è stato un tratto distintivo della stagione del Pisa. Tra infortuni, squalifiche e scelte tattiche Alberto Aquilani non è mai riuscito a schierare per due giornate consecutive lo stesso undici. Una tendenza che proseguirà anche sabato, quando all’Arena Garibaldi giungerà la Sampdoria di Andrea Pirlo. L’allenatore nerazzurro (che non sarà presente in panchina a causa della squalifica) non potrà contare su Calabresi, espulso a Cosenza, mentre tornano tra i disponibili Tramoni, Esteves e Nicolas. Ma, mentre il posto del portoghese nell’undici di partenza dovrebbe essere certo, meno lo è per gli altri due. Nello specifico, per quanto riguarda il portiere brasiliano, la squalifica per accumulo di cartellini gialli è arrivata al termine di un periodo non certo brillante sotto il punto di vista delle prestazioni.

Dal suo arrivo a Pisa nell’estate del 2021 Nicolas si è subito ritagliato un posto tra i migliori portieri della categoria, ma questa stagione sono state più del solito le partite dal voto insufficiente. Le uscite sbagliate nella gara di andata contro il Lecco e contro il Palermo, oltre agli errori (uno graziato dal var) contro la Reggiana hanno evidenziato una flessione nella prestazione. Considerando anche il fattore anagrafico, che sia arrivato il momento per il Pisa di valutare il futuro? Nicolas ad aprile compirà 36 anni, e i nerazzurri devono iniziare a considerare anche a un ricambio. Loria, classe 1999, a Cosenza alla terza presenza in assoluto in Serie B ha disputato una buona partita, esente da colpe sul gol di Tutino e dimostrando di essere propenso al gioco palla a terra. Troppo poco per effettuare valutazioni precise, ma considerando anche l’investimento del club nel 2020, il portiere scuola Juventus rappresenta un capitale sul quale investire.

La scorsa stagione, quando D’Angelo dette continuità a Livieri (ora a Cremona, ma senza di proprietà del Pisa), questo rispose con ottime prestazioni e una serie di partite senza subire gol. Considerando che in questo inizio 2024 Aquilani sta cambiando faccia al Pisa, che sia arrivato il momento anche per Loria di avere continuità?

Continua a leggere tutte le notizie di sport su