Pisa incerottato ospite in Calabria. E ora è in dubbio anche Valoti: "Faremo valutazioni sul mercato»

Il centrocampista ha preso l’influenza, mentre Torregrossa e Calabresi sono fuori fino al 2023. L’analisi di Aquilani: "Mi piace il Catanzaro, ha un modo di giocare chiaro che porta risultati".

di MICHELE BUFALINO -
9 dicembre 2023
E ora è  in dubbio anche Valoti: "Faremo valutazioni sul mercato"
E ora è in dubbio anche Valoti: "Faremo valutazioni sul mercato"

Spartiacque importantissimo in un mese di scontri di alta e bassa quota, la trasferta di Catanzaro è una delle più ostiche del torneo Cadetto. D’altronde è lo stesso Aquilani a guardare con rispetto l’avversario, intrigato dalla formazione di Vivarini, vera rivelazione: "Il Catanzaro è una squadra che ha un modo di giocare molto chiaro – ammette l’allenatore nerazzurro –. L’impianto e il modulo di gioco in cui credono porta dei risultati, hanno una identità ben precisa, mi piace e gli faccio i complimenti perché oltre a fare punti giocano un calcio propositivo". Pochi dubbi, soprattutto a centrocampo e in attacco, in una settimana falcidiata dagli infortuni che si sono portati via, fino a gennaio, sia Torregrossa che Calabresi. "Per il mercato ci sono delle situazioni da verificare - dichiara Aquilani –. Vedremo Ernesto come sta e sicuramente lo aspetteremo, ma faremo le valutazioni migliori per il mercato".

Il focus è sulla sfida con il Catanzaro. In difesa il partner di Canestrelli sarà Hermannsson: "E’ un esempio che vale per tutti e i ragazzi devono percepire che il loro momento può arrivare da un momento all’altro. Sicuramente domani Hermannsson sarà un’opzione per noi, perché si è fatto trovare pronto, si è sempre allenato bene e la mentalità dev’essere quella di non voler più uscire dal campo".

A centrocampo il dubbio è quello legato all’aspetto del playmaker, con Miguel Veloso e Barberis che sono rimasti ultimamente fuori dai riflettori: "Il playmaker è un’opzione, ma abbiamo diverse soluzioni – prosegue Aquilani –. Veloso è un giocatore per me fondamentale, è stato fuori per motivi tattici, volevamo un calcio diverso in quel momento". Tra i dubbi sulla trequarti però c’è anche Valoti, vittima di un attacco influenzale nei giorni scorsi: "Ho ancora qualche dubbio di formazione - ammette Aquilani -. Gli infortuni non ci hanno permesso di avere tanta continuità. Anche Valoti ha avuto un po’ di influenza, ma viene con noi". Una delle sorprese potrebbe essere quella di impiegare insieme dal primo minuto Moreo e Gliozzi: "Potrebbero giocare insieme dall’inizio o a partita in corso. Ci sono nella parte offensiva diversi giocatori a disposizione. Di partita in partita andiamo a capire l’opzione che riteniamo più giusta. Gliozzi è pronto anche per giocare dall’inizio". Quindi su Arena: "E’ un giocatore per me molto forte, ha tutto ciò di cui ho bisogno. Lo sto aspettando e mi dispiace per averlo utilizzato poco ultimamente, ma conto tanto su di lui".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su