Pisa serve un centravanti pronto e subito. Ecco perché la priorità adesso è Soleri

L’attaccante del Palermo è uno degli obiettivi più immediati. I siciliani vorrebbero trovare un accordo per una cessione in prestito

di MICHELE BUFALINO -
5 gennaio 2024
Pisa serve un centravanti pronto e subito. Ecco perché la priorità adesso è Soleri
Pisa serve un centravanti pronto e subito. Ecco perché la priorità adesso è Soleri

I primi 3 giorni del calciomercato di gennaio sono passati e non è ancora stata ufficializzata, per i nerazzurri, un’operazione ufficiale. Tante trattative, molte proposte, così come un lavoro sotto traccia capillare, per ora però senza aver affondato il colpo. Specialmente in attacco, reparto nel quale i dirigenti nerazzurri vogliono sbagliare il meno possibile, anzi non sbagliare affatto. Giovanni Corrado e Stefano Stefanelli, i due direttori nerazzurri, sono al lavoro specialmente per la nuova punta, ma ieri sono emerse alcune novità e i nodi iniziano a stringersi. Tra i tanti attaccanti su cui la società si è concentrata un nome sembra emergere. Si tratta di Edoardo Soleri, classe 1997, di proprietà del Palermo. I rosanero stanno infatti valutando la sua cessione dato che il centravanti, con un gol all’attivo in questo inizio di stagione, è chiuso da Brunori nelle gerarchie della squadra. La società nerazzurra, alla ricerca di caratteristiche ben definite, ovvero di una punta alta e d’area di rigore, ha sondato più volte il terreno per Soleri. I rosanero stanno valutando la cessione, preferendo un prestito, da capire se secco o con diritto di riscatto. Non sono ovviamente usciti dai radar gli altri attaccanti. Come ad esempio Luca Moro, di proprietà del Sassuolo, ma in prestito allo Spezia. Il sogno rimarrebbe il 29enne Thomas Henry, ma sembra ormai destinato a rimanere tale. Non solo il calciatore vuole rimanere in Serie A, ma nelle ultime ore il Pisa è stato affiancato nella trattativa dal Genoa, in cerca del vice Retegui, che ha sondato anche il terreno su Milan Djuric. Più defilato il nome di Nicholas Bonfanti del Modena, ancor più defilato quello di George Puscas del Genoa. L’ex nerazzurro infatti non ha le caratteristiche cercate da Aquilani e costa troppo.

Il Pisa ha guardato anche all’estero, ma principalmente per questa sessione di mercato la società è più concentrata a valutare calciatori del campionato italiano. Rimane invece sullo sfondo anche la trattativa per il giovanissimo 2003 Cristian Shpendi del Cesena. I romagnoli non lo vogliono cedere a gennaio, ma il Pisa continuerà a seguirlo e cercherà di affondare il colpo eventualmente solo alla fine della stagione, tra giugno e luglio. Parallelamente sono ore di dialoghi con Ettore Gliozzi per una eventuale cessione. Il giocatore è seguito da 3 squadre (Bari, Spezia e Catanzaro). Sul fronte uscite la situazione è ferma, ma la società vuole cedere 4-5 giocatori. Il Pisa però non vuole privarsi né di Pietro Beruatto, cercato da Udinese e Frosinone, né di Simone Canestrelli, sondato dal Bologna. Per ciascuno di questi giocatori la valutazione è di almeno circa 3-4 milioni da parte della società. Sul fronte delle entrate in difesa la volontà di un altro centrale di livello c’è da parte dei dirigenti, ma prima dovrà uscire qualcuno e al momento non ci sono novità. Chi invece potrebbe partire è il secondo portiere Leonardo Loria, su cui si è fatto vivo lo Spezia di Luca D’Angelo.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su