Pisa-Spezia 2-3: partita ricca di emozioni, ma la spunta l'ex tecnico Luca D'Angelo

Due rigori e tanto spettacolo in campo, mentre fuori i tifosi protestano

27 gennaio 2024
Le due squadre in campo

Le due squadre in campo

Pisa, 27 gennaio 2024 - Sono fatali gli errori della difesa nerazzurra in una gara a dir la verità ricca di azioni da gol da parte del Pisa. Non bastano i gol di Torregrossa e Bonfanti. Verde mette a segno una doppietta, che completa il vantaggio di Kouda. Successo per l'ex allenatore Luca D'Angelo. 

Primi minuti con insistito possesso palla da parte del Pisa, mentre la squadra di D’Angelo pressa altissimo. Al 7′ Torregrossa sfiora il palo con un sinistro da posizione defilata, mentre un minuto dopo Calabresi pesca Mlakar, ma il numero 17 si fa ipnotizzare e la palla finisce a lato. Al 20′ però da un’azione personale di Vignali sulla sinistra, sul primo affondo lo Spezia passa grazie a Kouda che trafigge Nicolas, non irresistibile in questa occasione, arrivando in corsa. Al 22′ D’Alessandro penetra centralmente, calcia di destro, ma Zoet mette in angolo.

Dal conseguente corner Arena prova a piazzarla, ma Zoet la blocca palla a terra. Ancora un tiro verso la porta dello Spezia al 25′ ad opera di Calabresi, ma la conclusione è troppo centrale. Al 28′ Miguel Veloso, su punizione, la mette alta sopra la traversa. Al 31′ Arena viene atterrato in area e l’arbitro comanda il dischetto. Si incarica di calciarlo Torregrossa che mette dentro la rete del pareggio. Al 36′ però lo Spezia segna ancora con Verde, capace di realizzare una parabola da altra categoria. Al 42′ calcio di rigore a beneficio dello Spezia. Viene atterrato in area Mateju da parte di Esteves e l’arbitro Mariani inizialmente non comanda la massima punizione, poi grazie al check del Var concede il rigore. Lo stesso Verde si incarica di segnare con un cucchiaio, portando a 3 le reti per gli ospiti.

All’intervallo il Pisa sostituisce Veloso con Lisandru Tramoni, passando al 3-4-1-2. Al 55′ Mlakar va vicino al gol, ma la conclusione viene neutralizzata in due tempi da Zoet. Al 59′ Esposito su punizione colpisce la barriera, poi Bertola la mette ampiamente a lato sulla respinta. Due cambi per il Pisa al 63′ con Bonfanti che entra al posto di Torregrossa e Valoti al posto di Mlakar. Assedio del Pisa alla porta avversaria in questa fase con tanti tiri in porta da parte di D’Alessandro, Canestrelli, Bonfanti e Lisandru Tramoni, ma lo Spezia si difende con 11 uomini nella sua area di rigore, cercando di ripartire in contropiede. Al 76′ D’Alessandro se ne va e mette in mezzo per Bonfanti che trova il gol del 2-3. Il Pisa effettua le ultime sostituzioni con Masucci che rileva Arena e Touré che rileva Esteves, continuando il suo arrembaggio. All’89’ su punizione Bonfanti di testa non sorprende Zoet. Al 90′ Touré di testa costringe ancora all’intervento Zoet, poi è Caracciolo a sfiorare il palo. Sfortunato il Pisa in questa fase. Ancora Valoti ci prova al 93′, ma il suo tiro è alto sopra la traversa.

Pisa-Spezia 2-3

PISA (4-2-3-1): Nicolas; Calabresi, Caracciolo, Canestrelli, Esteves (78′ Touré); Marin, Miguel Veloso (46′ Tramoni); Arena (78′ Masucci), Torregrossa (63′ Bonfanti), D’Alessandro; Mlakar (63′ Valoti). A disposizione: Loria, Hermannsson, Beruatto, Vignato, Moreo, Piccinini, Barbieri. Allenatore Alberto Aquilani.

SPEZIA (3-4-1-2): Zoet; Hristov, Nikolaou, Mateju; Vignali (56′ Jagiello), Kouda (62 Pietra), Cassata, Bertola; S.Esposito; Verde (77′ Pio Esposito), Falcinelli (77′ Moro). A disposizione: Crespi, Cipot, Krollis, Corradini, Muhl, Cugnata, Candelari, Antonucci. Allenatore Luca D’Angelo. Arbitro Mariani di Aprilia.

Reti: 20′ Kouda, 33′ Torregrossa (rig.), 36′ Verde, 45′ Verde (rig), 76′ Bonfanti

Ammoniti: Kouda, Esteves, Nicolas, Canestrelli, Tramoni, Pietra

Note: Recupero 4′ pt, 6′ st. Spettatori. 7.570 (dato ufficiale diffuso dal Pisa SC)

Michele Bufalino

Continua a leggere tutte le notizie di sport su