"C’era troppa tensione. I cambi? Tutti obbligati"

Colucci si difende: "Alcuni giocatori non stavano bene e dovevano uscire"

29 gennaio 2024
"C’era troppa tensione. I cambi? Tutti obbligati"
"C’era troppa tensione. I cambi? Tutti obbligati"

Passano più di quarantacinque minuti dal termine del match quando il tecnico Leonardo Colucci si presenta a parlare in sala stampa. Visi scuri, il climi nel dopo gara non può essere sereno. "Mi aspettavo quei primi venti minuti in cui abbiamo perso tanti palloni e prestato il fianco all’avversario – commenta l’allenatore spallino –. C’era troppa tensione, per quanto mi riguarda, questa è la mia opinione, che ha giocato brutti scherzi ai ragazzi sul campo. Dopo aver preso i due gol la squadra ha reagito ed abbiamo anche rischiato il pareggio. Però i primi venti minuti sono figli, e non è un alibi, di un po’ di situazioni. Mi dispiace, la partita era stata preparata in tutt’altro modo. Dovevamo essere aggressivi ed invece abbiamo fatto fatica".

Quali le motivazioni dei cambi, poco compresi anche dal pubblico?

"Zilli già a fine primo tempo aveva problemi al flessore destro, e quando si è fatto male anche Rabbi, l’ho fermato sulla linea di bordo campo perché se avesse messo il piede fuori e Rabbi non ce l’avesse fatta, sarebbero stati due cambi. Rabbi poi ha fatto cenno che rimaneva in campo per far uscire Zilli. Maistro mi ha chiesto il cambio e Buchel idem. Questo è il motivo per il quale ho fatto quei cambi, non sono un autolesionista, non erano cambi tecnici".

Primo gol frutto di errori elementari da scuola calcio?

"Sul gol abbiamo perso una brutta palla, ieri dicevo che vince chi sbaglia meno, noi abbiamo sbagliato in quelle situazioni e poi una squadra di qualità ti punisce, come è successo. Peda? Sabato in allenamento aveva sentito una contrattura, quindi non ce la faceva oggi".

Il clima ostile allo stadio, anche nei suoi confronti, può aver avuto ripercussioni sul campo?

"Su di me va bene, non c’è problema, sono io l’allenatore di questa squadra. Sui ragazzi… le sentono queste situazioni". L’esordio di Galeotti?

"Cesare ha fatto una buona partita, è stato coraggioso, è un ragazzo che ha personalità, quindi mi è piaciuto molto".

Ha parlato con la dirigenza a fine gara?

"Sì, mi hanno fatto le stesse domande che mi state facendo voi sui cambi. Ho motivato e raccontato la realtà delle cose".

Il presidente le ha confermato la fiducia sulla sua posizione? "Io sono a disposizione della società, di quell’aspetto non abbiamo parlato".

In cuor suo cosa pensa? Si sente in bilico?

"Io già sabato ho detto a qualcuno che chi va in mare imbarca acqua. Se non vengono i risultati sono a disposizione del club".

Beatrice Bergamini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su