Colucci: "Proviamo a fare noi la partita": "Sfavoriti sulla carta? Vediamo sul campo"

"Il direttore e la società sono attenti e vigili sul mercato, per questo ora c’è con noi Edera. E continuiamo a vigilare"

16 dicembre 2023
Colucci: "Proviamo a fare noi la partita": "Sfavoriti sulla carta? Vediamo sul campo"
Colucci: "Proviamo a fare noi la partita": "Sfavoriti sulla carta? Vediamo sul campo"

Si avvicina l’appuntamento della Spal in Abruzzo a casa del Pineto. Il tecnico spallino potrà contare per la gara sul recupero del capitano Antenucci, di Contiliano e di Maistro.

Mister Colucci, c’è fiducia in vista dell’incontro di stasera? "Al Pineto faccio i complimenti perché sta facendo un ottimo campionato però, come ho detto già tante volte, noi guardiamo in casa nostra. La fiducia c’è e deriva dal vedere gli allenamenti, le partite in cui si sta cercando sempre più di migliorare, poter arrivare a fare gol e con maggiore facilità in area avversaria. Questi sono gli aspetti che mi spingono ad essere ottimista".

Come sono le condizioni dei recuperati?

"Contiliano ha ripreso, sta lavorando, ma è stato venti giorni fermo. Maistro e Antenucci hanno recuperato, fuori ci sono Rosafio e Deme per influenza. Peda non si è allenato per la febbre, però il ragazzo vuole esserci a tutti i costi quanto meno nei convocati. Valutiamo ora dopo ora".

Che impressione le sta facendo Simone Edera, in prova da qualche giorno?

"E’ un ragazzo che ha qualità, lo conosco sin dai tempi della Primavera, è un buon giocatore. Vediamo nelle prossime settimane. Sta anche bene fisicamente, ha qualità indiscusse. Ha avuto qualche problema in passato con gli infortuni, si allena con noi per ora, faremo delle valutazioni a tempo debito, ora c’è il Pineto a cui pensare".

Una trasferta sulla carta difficile quella di Pineto?

"Sulla carta sì, poi però c’è la legge dei grandi numeri. La speranza, la voglia e l’obiettivo sono quelli di tornare alla vittoria, ma dobbiamo metterci qualcosina in più perché è una trasferta insidiosa, forse una delle più insidiose affrontate".

Mancano due gare al termine del girone e all’apertura del mercato di gennaio. Si cerca di resistere in attesa dei rinforzi?

"No, quando in campo non abbiamo osato non è stato perché non volevamo, ma per la forza dell’avversario o per un passaggio sbagliato. Il diktat non è mai stato ’armiamoci e partite’, ma sempre di giocare la partita e non di subirla".

Quanto sarà importante essere comunque pronti ad agire senza attendere gli ultimi giorni del mercato?

"Il direttore e la società sono attenti e vigili sul mercato, per questo ora c’è con noi Edera. Bisogna cercare eventualmente qualche ragazzo che ha avuto poco spazio e che vuole andare via dalla propria squadra, qualcuno che deve essere funzionale per la Spal. Valutiamo e siamo vigili".

Beatrice Bergamini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su