Quattro mesi dopo la Spal si ritrova ad inseguire

Ad Alessandria con la Juve Next Gen decise la rete di Bertini negli ultimi istanti. Oggi addirittura i baby bianconeri precedono in classifica i biancazzurri.

27 gennaio 2024
Quattro mesi dopo la Spal si ritrova ad inseguire
Quattro mesi dopo la Spal si ritrova ad inseguire

Sono passati oltre quattro mesi dalla gara di andata sul campo della Juventus Next Gen, e gli obiettivi della Spal sono cambiati in maniera radicale. Quella sera la squadra che in quel momento era guidata da Di Carlo la spuntò in pieno recupero grazie ad una rete del nuovo entrato Bertini, al termine di una partita tutt’altro che entusiasmante che pareva destinata a terminare a reti inviolate. Pur senza brillare, in attesa di disputare il recupero col Cesena, Antenucci e compagni avevano conquistato due vittorie in tre turni di campionato, e in molti pensavano che prima o poi i biancazzurri avrebbero cominciato a correre. Dal match del Moccagatta invece la situazione invece è progressivamente peggiorata, fino a precipitare. A causa della lunga serie di infortuni, ma non solo. Di Carlo poi è stato sostituito da Colucci, che finora però non è riuscito a cambiare rotta. E se quella sera di metà settembre ad Alessandria i tifosi spallini storcevano il naso perché con una prestazione di quel tipo ritenevano che sarebbe stato difficile puntare alla promozione, ora gli stessi supporters biancazzurri guardano con preoccupazione una classifica che vede la Spal in piena zona playout. La Juventus Next Gen ha sempre gravitato nei bassifondi della graduatoria, ma gli ultimi cinque risultati utili di fila le hanno permesso di arrivare in zona di galleggiamento a +3 sulla Spal. La classifica è cortissima, con cinque squadre racchiuse in tre punti, ma i biancazzurri hanno l’obbligo di vincere per respirare. Per centrare l’obiettivo, Colucci conta di recuperare l’acciaccato Alfonso tra i pali: se non ce la farà, è pronto Galeotti. Dovrebbero riuscire a stringere i denti anche Fiordaliso e Bassoli, mentre è atteso il debutto dal primo minuto degli ultimi arrivati Buchel e Zilli, che domenica scorsa a Perugia sono entrati nella ripresa nel momento più critico del match. Il resto dovrebbe sostanzialmente essere confermata, quindi con Collodel e Contiliano mezz’ali ed Edera e Maistro sui lati del tridente.

Stefano Manfredini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su