Udinese-Napoli, la diretta. Stadio Maradona esaurito con i maxi schermi, basta un punto per il tricolore

La squadra di Spalletti è a un passo dal titolo. Città in fermento e 60mila tifosi pronti a esplodere di gioia

4 maggio 2023
L'esultanza di Osimhen
L'esultanza di Osimhen

Udine, 4 maggio 2023 – È la notte della scudetto. La partita attesa da 33 anni. Questa sera a Udine il Napoli di Luciano Spalletti può festeggiare il titolo dopo aver mancato il primo match point domenica scorsa pareggiando contro la Salernitana. Agli azzurri basta un punto per chiudere ogni discorso e iniziare a celebrare il trionfo: 15mila i tifosi partenopei in Friuli. Intanto la città di Napoli è in fermento – il Comune ha disposto il piano sicurezza con divieti, restrizioni e istituendo una zona rossa – mentre allo stadio Maradona, dove stati installati 10 maxi schermi, 60mila tifosi sono pronti a esplodere di gioia per il tricolore. A Fuorigrotta sono ore di cori, come in Piazza del Plebiscito. Gli oltre duemila agenti mobilitati vigilano sulle strade.

E anche i teatri si vestono a festa. Sulla facciata del San Carlo, il più antico teatro d'opera al mondo ancora in attività, è stato esposto uno striscione azzurro con la scritta: "L'opera delle opere...Napoli Campione d'Italia!" e lo scudetto con il numero 3, firmato "I lavoratori del Teatro di San Carlo". A poco meno di 2 chilometri di distanza, si è unito ai festeggiamenti anche il Teatro Bellini: sulla facciata è apparso lo striscione azzurro con la scritta "Questa stagione è stata la fine del mondo!", che richiama lo slogan della stagione teatrale 2022-23 del Bellini.

A Casoria le ‘sister act’ azzurre

Festa scudetto: a Casoria le 'sisters act' del Napoli
Festa scudetto: a Casoria le 'sisters act' del Napoli

Intanto a Casoria spunta un gruppo di tifose speciali, le 'sister act' azzurre: sono le suore Francescane adoratrici della Croce, fondate da Maria Luigia Velotti, che hanno imparato gli inni dei tifosi e li hanno condiviso con gli allievi del loro istituto. “Siamo coinvolte nel clima di gioia che sta vivendo la città – ha raccontato all'Ansa suor Rosalia Vittozzi, la superiora generale -. Un momento di sano agonismo sportivo che noi non possiamo che alimentare perché il calcio come qualsiasi tipo di sport se seguito e praticato con passione e disciplina contribuisce positivamente nella formazione personale e sociale dei ragazzi”. Le suore sono 40 e nei giorni scorsi hanno provato uno degli inni della squadra per poterlo cantare con i ragazzi. “Hanno fatto tutto in gran segreto - racconta divertita la madre superiora - ed io ho lasciato fare, facevo finta di non sentire quei cori da stadio. Poi sono arrivati anche bandiere e striscioni per addobbare la scuola”

Udinese-Napoli, la partita live

 Probabili formazioni

Udinese (3-5-1-1): Silvestri; Becao, Bijol, Perez; Ehizibue, Samardzic, Walace, Lovric, Udogie; Pereyra; Nestorovski. Allenatore: Sottil.

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Kim Min-Jae, Olivera; Anguissa, Lobotka, Zielinski; Lozano, Osimhen, Kvaratskhelia. Allenatore: Spalletti.

Dove vedere la partita in tv

Udinese-Napoli (fischio d'inizio alle 20.45) è trasmessa in diretta ed esclusiva da Dazn, la cui app è disponibile anche sui dispositivi TIMvision Box, Amazon Fire TV Stick, Google Chromecast, PlayStation 4/5 e Xbox (One, One S, One X, Series X e Series S). Gli abbonati di Sky potranno invece vedere la partita tramite l'app presente sul decoder Sky Q o sul canale 214 dopo aver attivato Zona Dazn.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su