Ciclismo, Albanese sbarca all'Arkéa-B&B Hotels: "Abbiamo grandi aspettative sul suo conto"

Parla Didier Bous, il direttore sportivo della squadra francese: "Può e deve abituarsi a lottare sempre per vincere"

di GIUSY ANNA MARIA D'ALESSIO -
20 gennaio 2024
Vincenzo Albanese (Ansa)
Vincenzo Albanese (Ansa)

Roma, 20 gennaio 2024 - Dopo un'attesa lunga ben 7 anni, Vincenzo Albanese sbarca finalmente nella categoria World Tour grazie al passaggio all'Arkéa-B&B Hotels. Il salto, compiuto dopo essersi messo in mostra per 4 anni alla VF Group-Bardiani CSF-Faizanè e per 3 anni alla Eolo-Kometa Cycling Team, è di quelli importanti e ricchi di aspettative, come ammesso a chiare lettere anche da Didier Rous, il direttore sportivo della squadra francese, notoriamente avvezza ad avere sotto la propria ala attaccanti, specialisti delle fughe e sprinter di buon livello.  

I dettagli

  "Vincenzo è un ottimo corridore, di cui apprezzo molto le qualità: è solido, veloce e sa tenere bene sugli strappi corti e su qualche salita un po' più lunga. Si tratta di doti che gli consentono di spiccare in particolare nelle volate strette, come emerso alla Coppa Bernocchi". In effetti il classe '96, negli ultimi tempi frenato anche da diversi infortuni, è proprio un corridore di questo genere, pronto a mettersi in mostra con la nuova maglia già nel Challenge Maiorca 2024, in programma a fine mese. "La sua forza è la costanza nell'intero arco della stagione. Ora però - ammette Rous - deve vincere più spesso e penso che abbia le carte in regola per portarsi a casa anche qualche corsa importante: ha le piene potenzialità per farlo e per lui, lottare per il successo, deve diventare automatico". Insomma, da parte dell'Arkéa-B&B Hotels, formazione dove militano anche Luca Mozzato e Alessandro Verre, ci sono aspettative molto alte nei confronti del corridore campano di nascita ma toscano di adozione che, dal canto suo, deve metterci qualcosa in più per non deludere le attese. "Abbiamo studiato un piano apposito per aiutarlo a sbocciare. Punteremo molto sulle corse di un giorno di inizio stagione, ma poi sarà di scena anche alla Tirreno-Adriatico, la corsa italiana più importante di inizio anno".

Groenewegen vince la Classica Comunitat Valenciana 2024

  La prima vera corsa europea dell'anno, con l'Australia a prendersi momentaneamente il monopolio dell'ambito World Tour, è stata intanto la Classica Comunitat Valenciana, arrivata nel 2024 alla 40esima edizione. La cifra tonda è stata celebrata nella giornata odierna dall'acuto in volata, il 70esimo in carriera, tanto per restare in tema di cifre tonde, di uno specialista del calibro di Dylan Groenewegen, che ha messo la sua ruota davanti alle altre, confermando così i pronostici della vigilia. L'olandese ha così rotto un digiuno lungo oltre 200 giorni e lo ha fatto battendo Bryan Coquard e Tim Torn Teutenberg: il francese della Cofidis è ormai un veterano degli sprint, mentre il tedesco è uno stagista della Lidl-Trek di cui di certo in un futuro non lontanissimo si sentirà parlare. Poi c'è chi come Davide Cimolai debutta con la nuova squadra, la Movistar Team, con un ottimo quarto posto che non basta per il podio ma che serve di buon auspicio in vista di quella che potrebbe essere l'ultima grande avventura della carriera.Leggi anche - Napoli, via libera di De Laurentiis: Mazzarri vara la difesa a tre  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su