PalaDozza, pugni d’autore. Pamela e i suoi fratelli: la boxe dà spettacolo. E la prevendita decolla

Il PalaDozza ospita la Bologna Boxing Night con Pamela Malvina Noutcho Sawa in lotta per la cintura europea Ebu Silver. Evento di grande prestigio e impegno sociale della Bolognina Boxe.

di GIANLUCA SEPE -
27 marzo 2024
Pamela e i suoi fratelli: la boxe dà spettacolo. E la prevendita decolla

Pamela Malvina, che infiammerà il PalaDozza e l’assessora allo sport Roberta Li Calzi mimano un incontro di boxe (Schicchi)

Il PalaDozza si veste a festa per una serata di pugilato che ha tutti i crismi per entrare negli annali della storia di Bologna grazie a Pamela Malvina Noutcho Sawa, pronta a dare spettacolo sul ring giocandosi le chance per la conquista della cintura europea Ebu Silver. A 12 anni dall’ultimo incontro di boxe nel palazzetto votato alla palla a spicchi, il Madison di Piazza Azzarita ospiterà la Bologna Boxing Night, una serata dedicata alla Noble Art organizzata dalla Bolognina Boxe con il supporto di Promo Boxe Italia di Mario Loreni.

Il 5 aprile – il tenore Cristiano Cremonini canterà l’Inno di Mameli – saranno cinque gli incontri pro che si avvicenderanno sul ring, a cui si aggiungeranno i giovanissimi atleti cresciuti sotto la guida di Alessandro Dané e Franco Palmieri che apriranno la manifestazione in vista del programma che culminerà nella sfida tra Pamela e la britannica Jordan Barker Porter, pronte a contendersi un trono vuoto e che potrebbe valere una chance importante per puntare al titolo continentale principale dei pesi leggeri. Una serata di festa, in cui il pugilato sarà l’attrazione principale, ma che vedrà salire sul ring anche l’impegno sociale della Bolognina Boxe che negli ultimi anni ha vissuto uno sfratto e un periodo difficile con allenamenti in strada alla ricerca di una nuova casa, ma anche momenti di grande prestigio. Il match di Pamela inizierà alle 22 con diretta Rai. "Voglio salire sul ring concentrata e scendere con la cintura – dice la trentunenne atleta –. La mia avversaria è più smaliziata, io penso di avere più forza fisica". Il giorno 4, nella sede di Emil Banca, la pesa delle due ragazze.

Dal titolo italiano della stessa Malvina alla crescita degli iscritti e dei progetti in collaborazione con il tessuto locale e con la comunità attraverso la promozione della boxe popolare. Proprio per questo i biglietti avranno un prezzo contenuto. Ottima la risposta del pubblico: già quasi esauriti i 300 posti per il bordo ring (gli altri biglietti sono disponibili sulla piattaforma www.mailticket.it). Il programma prevede poi l’esordio tra i professionisti della ventitreenne Bianca Matia Tessari contro la croata Marijana Dasovic nei pesi piuma. A seguire Dimitri Tonishev-Michele Ogliari. Poi toccherà all’atleta di casa, il welter Kevin Mustafaj, ancora imbattuto nei sei match disputato tra i pro, che affronterà in un match di sei round da 3 minuti, il serbo Marko Petrovic. Infine un altro peso welter, Antonio Licata che combatterà con Edin Sejdinovic.

L’evento è stato presentato nella sede della Regione Emilia Romagna, con Alessandro Danè, tecnico della Bolognina Boxe. "Per noi è una grande occasione. Al PalaDozza hanno combattuto i più importanti pugili italiani e siamo felici di riportare la grande boxe al Madison. Vogliamo ringraziare la federazione, la Regione, il Comune di Bologna e Bologna Welcome".

Alla conferenza anche Gianmaria Manghi, capo della segreteria politica della presidenza della Regione: "Abbiamo sempre detto che non esistono sport minori, gli sport sono tutti uguali. Per questo abbiamo accolto con grande piacere il ritorno del pugilato". Con lui l’assessora comunale allo sport Roberta Li Calzi: "Il pugilato sta crescendo nei numeri, grazie a esempi come quello della Bolognina Boxe e altre realtà del territorio che fanno sport e comunità".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su