Arezzo, sogno Spagnoli. I profili per il centravanti

Sull’ex Ancona però c’è una nutrita concorrenza, nodo clausola per Morra. Le idee del ds Cutolo per aumentare qualità e gol del reparto offensivo.

17 giugno 2024
Arezzo, sogno Spagnoli. I profili per il centravanti

Arezzo, sogno Spagnoli. I profili per il centravanti

di Andrea Lorentini

AREZZO

"Ho letto diversi attaccanti accostati all’Arezzo in questi giorni, ma nessuno corrisponde al profilo che stiamo seguendo. Come ho già detto, per completare il reparto avanzato proveremo a prendere un centravanti che alzi ulteriormente la qualità perché l’obiettivo è migliorare l’organico". Il ds amaranto Nello Cutolo smentisce l’interesse per i nomi che sono circolati: da Parigi a Polidori, fino all’ultimo rumors relativo al 2004 Iuliano in forza ad una formazione di Eccellenza campana. Allo stato attuale l’Arezzo ha in rosa, come prime punte, Gucci e Sebastiani. L’Arezzo, dunque, cercherà di alzare il mirino per quanto concerne il numero 9: l’obiettivo è prendere un elemento di categoria e che possa portare in dote gol pesanti. La lista dei papabili è lunga, ma il mercato deve ancora entrare nel vivo e soprattutto per il centravanti i giochi si faranno più avanti. Lo scorso anno, ad esempio, l’Arezzo chiuse Kozak a Ferragosto. Cutolo proverà a consegnare la punta a Troise per il ritiro estivo o comunque entro il mese di luglio. L’identikit è quello di un attaccante centrale che sappia sia legare il gioco con i compagni, ma anche riempire l’area di rigore. Caratteristiche che si sposerebbero con la filosofia di calcio del nuovo tecnico amaranto, abituato a variare molto l’assetto offensivo alle spalle del riferimento più avanzato.

Un nome che stuzzica la fantasia è quello di Alberto Spagnoli, 15 reti nell’ultima stagione e in uscita dall’Ancona dopo la mancata iscrizione del club dorico alla serie C. Su di lui si è, però, scatenata un’asta con società anche di categoria superiore pronte ad accaparrarselo. Un’asta nella quale difficilmente l’Arezzo potrà inserirsi: vero è che Manzo ha alzato il budget, ma senza sballare certi parametri di sostenibilità economica. Stesso discorso che si potrebbe fare per Claudio Morra, esploso definitivamente a Rimini proprio sotto la guida di Troise. Diciannove i gol messi a segno con i romagnoli. Qua la trattativa sarebbe ancora più complessa perché il calciatore ha una clausola rescissoria molta alta. A Rimini è sotto contratto anche Iacopo Cernigoj, già nel mirino dell’Arezzo lo scorso anno. In Romagna ha, però, un po’ deluso le attese. Nel valzer delle punte, potrebbe tornare di moda pure Roberto Ogunseye già corteggiato nella scorsa estate. A Cesena ha trovato poco spazio e in B potrebbe averne ancora meno. Chi, invece è uscito dall’orbita di interesse amaranto è Riccardo Forte, classe ’99 e 11 reti nel girone B con la maglia del Sestri Levante. A gennaio c’era stata la possibilità di prenderlo, ma poi l’Arezzo aveva virato su Catanese dopo il rialzo del liguri.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su